Come prevenire le malattie invernali nel neonato?
Ti trovi in » Salute » Neonato

I neonati che si trovano a dover affrontare i primi mesi di vita nel periodo invernale sono più soggetti a contrarre batteri e virus tipici della stagione. Considerando che per i bebè il primo periodo dopo la nascita è molto delicato, è importante che non prendano malattie, influenze e in generale virus che possano a portare a problemi respiratori o gastroenterici e, nei casi più gravi, persino al ricovero ospedaliero.

Come è possibile dunque prevenire le malattie invernali del neonato? Ci sono degli accorgimenti che è importante seguire per poter evitare che il bambino possa incorrere ai mali correlati alla stagione fredda. Di seguito alcuni suggerimenti e accortezze da tenere in considerazione.

La giusta temperatura in casa. Una volta effettuata la manutenzione dell'impianto di riscaldamento, e verificato che questo funzioni correttamente, è opportuno programmare il termostato in modo che venga mantenuta una temperatura costante e che quindi non vi siano sbalzi termici. Attenzione a non riscaldare la casa in modo eccessivo, altrimenti l'aria, divenendo troppo calda, può produrre secchezza delle secrezioni respiratorie.

Cambiamento di aria. E' importante però che gli ambienti della casa vengano arieggiati, naturalmente sarà opportuno aprire le finestre quando il bambino si trova in un'altra stanza e così via sino a cambiare l'aria di tutti i locali. Questo è importante per poter ridurre l'inquinamento derivante dalle fonti di riscaldamento, ma non solo, anche quello portato dai prodotti che si utilizzano per la pulizia della casa.

Evitare l'esposizione del neonato al fumo. E' importante che nelle aree in cui si trova il neonato non sia presente il fumo di sigaretta.

Passeggiare all’aperto. E' bene approfittare delle giornate soleggiate per fare una passeggiata all'aperto con il bebè, specialmente nelle ore più calde. Il sole è fondamentale per lo sviluppo dell'apparato scheletrico del neonato e i raggi solari sono importanti per la sintesi della vitamina D.

Mezzi e luoghi pubblici. Evitare di portare il bambino su mezzi pubblici, ma anche nei grandi supermercati, specialmente quando sono affollati. E' proprio in presenza di altre persone che la probabilità di contrarre virus o batteri aumenta.

Abbigliamento del neonato. Vestire il bambino in modo adeguato, preparandolo al clima esterno; oltre all'abbigliamento opportuno mettere un cappello per coprire la testa, zona di dispersione termica, specialmente nelle giornate più fredde o ventilate.

Neonati prematuriPer i nati prima del termine, specialmente se il peso corporeo non è molto alto è necessario prestare maggiore attenzione, poiché il sistema immunitario è ancora più delicato. I bambini nati pretermine infatti non hanno potuto ricevere le immunoglobuline di classe G, che la madre trasferisce tramite la placenta nelle ultime settimane di vita.

Allattamento. E' importante che il neonato venga allattato al seno, questo è un modo per proteggerlo ulteriormente da virus e batteri. Il latte della madre infatti contiene alcune sostanze anti infettive, che secondo alcuni studi, garantirebbero un'incidenza minore di patologie.

Lavarsi le mani. E' opportuno lavarsi spesso le mani, se necessario utilizzare anche un disinfettante o gel antisettico per eliminare eventuali batteri.

Vaccinarsi. Il neonato potrà vaccinarsi solamente a partire dal sesto mese di vita, tuttavia i genitori e gli altri parenti che lo accudiscono, potrebbero effettuare il vaccino antinfluenzale per evitare il contagio del neonato.

1
100%
0
0%
Condividi su Google+
Tag e gruppi: Neonato  Influenza  

Commenta o integra questa risposta tramite Facebook

Licenza foto #1 : Pubblico dominio
Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio - Diritti riservati
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Domande nuove | Cont@tti | Segnala abusi
Genio su Facebook