Come si previene l'influenza?
Ti trovi in » Salute » Malattie

L'influenza è un'epidemia dovuta ai virus A e B, che colpisce generalmente nella stagione invernale e può essere contratta da chiunque, anche se particolari soggetti risultano più vulnerabili e a rischio di complicazioni.
La malattia si trasmette per contatto diretto o indiretto attraverso secrezioni emesse da persone infette, tuttavia ci sono alcune accortezze da seguire per proteggersi dal contagio.

Ogni anno vengono prodotti vaccini specifici per i virus del momento, che sono somministrati nei mesi da settembre a novembre, e che garantiscono una protezione fino al 90%, per una copertura di circa 6 mesi. La vaccinazione è consigliata in particolare alle persone che hanno superato i 60 anni, i bambini e gli adulti con malattie croniche, il personale medico esposto alla malattia o persone che lavorano al pubblico.

Grazie alla generazione di particolari anticorpi, il vaccino è in grado di proteggere la persona ed evita quindi la trasmissione della malattia. E' da specificare che la protezione si attiva dopo due settimane circa dalla somministrazione del vaccino e la sua efficacia cambia da persona a persona e dal suo sistema immunitario. In ogni caso, se la contrazione dell'influenza si verifica nonostante il vaccino, i sintomi saranno attenuati e il rischio di complicazioni sarà minore.
Oltre al vaccino, e ovviamente oltre ad evitare di stare vicino a chi è malato, alcune precauzioni da adottare per scampare al contagio sono:
- Mantenere una buona igiene: lavarsi le mani con una certa frequenza, utilizzando acqua e sapone; usare un fazzoletto di carta quando si starnutisce o si tossisce e gettarlo immediatamente dopo l'uso; arieggiare le stanze di casa e uffici almeno una volta al giorno; pulire quotidianamente le superfici di contatto, ovvero maniglie e bagni e non utilizzare gli effetti personali di altri.
- Evitare luoghi affollati.
- Evitare di passare da luoghi caldi a freddi, poiché l'escursione termica aiuta la proliferazione del virus.

Seguire un'alimentazione sana aiuta a rafforzare il sistema immunitario, tuttavia non è un effettivo metodo di prevenzione, piuttosto è importante invece seguire un particolare regime alimentare durante la malattia, in modo da superare più velocemente la convalescenza e rimettere in sesto l'organismo debilitato.
In particolare, il regime alimentare pensato dalla Società italiana di scienza dell'alimentazione (S.I.S.A) per affrontare il virus, si basa su una dieta mediterranea, leggera, digeribile, ma allo stesso tempo nutriente. Di seguito i consigli dei nutrizionisti:
- bere molta acqua, a temperatura ambiente
- consumare cibi ricchi di vitamina C
- preferire pesce e carni bianche
- assumere pasta ogni giorno (inizialmente con la minestra, successivamente come pastasciutta)
assumere verdura e frutta preferibilmente cotte (nel caso di disturbi intestinali meglio mangiare patate lesse).

2
67%
1
33%
Condividi su Google+
Tag e gruppi: Malattie  Corpo  

Commenta o integra questa risposta tramite Facebook

Licenza foto #1 : Morgan - CC BY 2.0 foto modificata
Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio - Diritti riservati
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Domande nuove | Cont@tti | Segnala abusi
Genio su Facebook