Perché le lucciole lampeggiano?
Ti trovi in » Animali » Insetti

Bioluminescenza delle lucciole Lucciole notte d'estate Lucciola di giorno
La lucciola è un coleottero notturno appartenente alla famiglia Lampyridae, diffuso ai tropici e nell'Europa meridionale e centrale, dove è presente in circa 2000 specie diverse.
Le femmine restano allo stadio di larva per tutta la loro vita e si trovano frequentemente a terra, mentre i maschi presentano ali e possono volare ad un metro circa da terra.


Reazione di bioluminescenza
Tutte le specie hanno il corpo dotato di organi luminescenti e sono in grado di produrre luce dando origine al fenomeno denominato bioluminescenza. La luce viene emessa a seguito di una reazione chimica tra una proteina chiamata luciferina e l'enzima luciferasi e il conseguente lampeggiamento viene regolato in base al flusso dell'aria.
Il segnale luminoso si manifesta nel corteggiamento, durante il periodo riproduttivo: il maschio emette segnali ritmici per attirare l'attenzione della femmina, che a sua volta risponde con altrettante emissioni luminose, di intensità diversa a seconda della specie.
La luce prodotta è fredda, e ha una lunghezza d'onda che oscilla tra i 500 e i 650 nanometri. Anche le uova deposte sono luminescenti.

15
88%
2
12%
Condividi su Google+
Tag e gruppi: Insetti  

Commenta o integra questa risposta tramite Facebook

Licenza foto #1 Bioluminescenza delle lucciole: Takashi Ota - CC BY 2.0 foto modificata
Licenza foto #2 Lucciole notte d'estate: s58y - CC BY 2.0 foto modificata
Licenza foto #3 Lucciola di giorno: Fritz Geller Grimm - CC BY-SA 2.5 foto modificata
Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO Paginainizio.com

© Genio Paginainizio - Tutti i diritti riservati
Adv Solutions SRL  (Online dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Cont@tti | Segnala abusi | Genio mobile
Trovaci su Facebook