Sogno d'estate
Sognai, placide cose dč miei novelli anni sognai.
Non piů libri: la stanza dal sole di luglio affocata,
rintronata da i carri rotolanti su 'l ciottolato
da la cittŕ, slargossi: sorgeanmi intorno i miei colli,
cari selvaggi colli che il giovane april rifioria.
 Giosuč Carducci  
VOTA questa poesia
1
100%
0
0%
Condividi su Facebook
Informazioni sulla poesia
Questa poesia č stata visualizzata 1208 volte.
E' stata votata 1 volta.
E' lunga 301 caratteri.

La scheda dell'autore: Giosuč Carducci
Giosuč Carducci, Poeta e scrittore
Nascita: Pietrasanta (Toscana) il 27/7/1835data morte il 16/2/1907

Si trasferisce nella cittadina toscana di Bolgheri per seguire il padre, medico dal forte spirito politico, tanto che le agitazioni dei moti rivoluzionari costringono la famiglia a spostarsi tra Castagneto – oggi Castagneto Carducci – e Lajatico, per poi stabilirsi a Firenze. Si laurea alla Scuola Normale di Pisa e poi lavora in provincia come insegnante di .. Continua »

Altre frasi di Giosuč Carducci     Altre frasi Poesie (Licenza foto: Pubblico dominio)

Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Per Webmaster
Privacy e informazioni
Privacy e Cookies
Contatti e info