×
Ultime Frasi
Frasi di Film
Frasi Celebri
Aforismi
Frasi Amore
Frasi Belle
Frasi Poster
Film Poster
Indovinelli
Rompicapo
Poesie
Proverbi
Modi di dire
Palindromi
Scioglilingua
Auguri Feste
Argomenti
Top mese
INDICI ED ELENCHI
+ Elenco Autori + Elenco Attori + Film A-Z + Film per Anno
NETWORK PaginaInizio
⚒ Servizi e strumenti ⇐  Chiudi menù
© Adv Solutions SRL (2005-2021)
Versicoli quasi ecologici
Non uccidete il mare,
la libellula, il vento.
Non soffocate il lamento
(il canto!) del lamantino.
Il galagone, il pino:
anche di questo è fatto
l’uomo. E chi per profitto vile
fulmina un pesce, un fiume,
non fatelo cavaliere
del lavoro. L’amore
finisce dove finisce l’erba
e l’acqua muore. Dove
sparendo la foresta
e l’aria verde, chi resta
sospira nel sempre più vasto
paese guasto: Come
potrebbe tornare a essere bella,
scomparso l’uomo, la terra.

Giorgio Caproni  

VOTA questa poesia
5
100%
0
0%


INFORMAZIONI SULLA POESIA
E' stata visualizzata 2676 volte.
E' stata votata 5 volte.
Pubblicata in data 21/06/17.
E' lunga 554 caratteri.
L'autore è Giorgio Caproni: Scrittore italiano
Nascita: Livorno il 07/01/1912data morte il 22/01/1990
Giorgio Caproni è stato un poeta, critico letterario, traduttore, scrittore e insegnante italiano.
Leggi le frasi »
  Link sponsorizzati

PaginaInizio.com
© Adv Solutions SRL (2005-2021)