×
Ultime Frasi
Frasi di Film
Frasi Celebri
Aforismi
Frasi Amore
Frasi Belle
Frasi Poster
Film Poster
Le Poesie
Gli Indovinelli
Rompicapo
I Proverbi
Modi di dire
Palindromi
Scioglilingua
Auguri Feste
Argomenti
Top mese
INDICI ED ELENCHI
+ Elenco Autori + Elenco Attori + Film A-Z + Film per Anno
NETWORK PaginaInizio
⚒ Servizi e strumenti ⇐  Chiudi menù
© Adv Solutions SRL (2005-2024)
Il fiore perduto
La fiamma sola
del focolare blu
ci tremola la fola,
ora che quel campo laggiù
ha voluto la nonna:
oh quel campo stillato
di lacrime verdi di salici,
sonnacchioso di arcigni cipressi!
Gocciola di tanti fiori;
ha voluto anche il nostro:
– cattivo! –
Forse perché era d’argento?
Ma quanti fiori di rubino
e d’oro pensosi vivono fra le aiuole
stellate di piccole viole?
C’è sola
la fiamma che ora
ci tremola la fola,
ne le notti ingemmate
di gingilli
d’argento
fiorita di tremuli trilli
d’usignoli
ne le notti flagellate
di frustate
di vento.

Pablo Neruda
VOTA questa poesia
0
50%
0
50%


INFORMAZIONI SULLA POESIA
E' stata visualizzata 51 volte.
Pubblicata in data 19/02/24.
E' lunga 666 caratteri.
L'autore è Pablo Neruda: Poeta, scrittore a attivista cileno
Nascita: Parral (Cile) il 12/07/1904data morte il 23/09/1973
Matura presto nel cuore di Ricardo Eliezer Neftalí Reyes Basoalto la passione per la letteratura, assecondata soprattutto a scuola dove viene incitato dalla sua insegnante, nonché futuro Premio Nobel, Gabriela Mistral. Ha solo tredici quando il suo primo pezzo compare sul giornale locale; poco più tardi, sotto lo pseudonimo di Pablo Neruda, prende .. Continua »

www.PaginaInizio.com
© Adv Solutions SRL (2005-2024)