Odio
Se proprio devi odiarmi fallo ora, ora che il mondo è intento a contrastare ciò che faccio, unisciti all'ostilità della fortuna, piegami non essere l'ultimo colpo che arriva all'improvviso Ah quando il mio cuore avrà superato questa tristezza.
Non essere la retroguardia di un dolore ormai vinto non far seguire ad una notte ventosa un piovoso mattino non far indugiare un rigetto già deciso.
Se vuoi lasciarmi non lasciarmi per ultimo quando altri dolori meschini avranno fatto il loro danno ma vieni per primo così che io assaggi fin dall'inizio il peggio della forza del destino e le altri dolenti note che ora sembrano dolenti smetteranno di esserlo di fronte la tua perdita.
 William Shakespeare  
VOTA questa poesia
2
100%
0
0%
Condividi su Facebook
Informazioni sulla poesia
Questa poesia è stata visualizzata 2542 volte.
E' stata votata 2 volte.
E' stata pubblicata in data 05/05/12.
E' lunga 705 caratteri.

La scheda dell'autore: William Shakespeare
William Shakespeare, Drammaturgo e poeta inglese
Nascita: Stratford upon Avon (Gran Bretagna) il 23/4/1564data morte il 23/4/1616

Nato da John Shakespeare, un conciatore di Stratford che ha ricoperto qualche carica politica cittadina, il giovane William frequenta la King’s New School dove ha modo di appassionarsi alla letteratura e apprendere il latino. Nel 1582 il diciottenne e futuro drammaturgo sposa Anna Hathaway, dalla quale avrà tre figli. Nel periodo che intercorre tra .. Continua »

Altre frasi di William Shakespeare     Altre frasi Poesie (Licenza foto: Pubblico dominio)

Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Per Webmaster