Poesia di Jorge Luis Borges
Il rimorso
Ho commesso il peggiore dei peccati
che possa commettere un uomo, non sono stato
felice. Che i ghiacciai della dimenticanza
possano travolgermi e disperdermi senza pietà.
I miei mi generarono per il giuoco
azzardoso e stupendo della vita,
per la terra, per l’acqua, l’aria, il fuoco.
Li frodai. Non fui felice. Realizzata
non fu la giovane loro volontà. La mia mente
si applicò alle simmetriche ostinatezze
dell’arte che intesse nullerie.
Ereditai valore. Non fui valoroso.
Non mi abbandona, mi sta sempre al lato
l’ombra d’essere stato un disgraziato.
 Jorge Luis Borges  

VOTA questa poesia
10
100%
0
0%
Condividi su Facebook
Informazioni sulla poesia
Questa poesia è stata visualizzata 8237 volte.
E' stata votata 10 volte.
E' stata pubblicata in data 14/06/14.
E' lunga 639 caratteri.

La scheda dell'autore: Jorge Luis Borges
Jorge Luis Borges, Scrittore, poeta, saggista e traduttore
Nascita: Buenos Aires (Argentina) il 24/8/1899data morte il 14/6/1986

Trascorre i primi anni di vita a Palermo e manifesta prestissimo la sua propensione scrivendo il primo racconto a soli sette anni. Scrive anche durante il periodo di studi in Svizzera; successivamente si sposta in Spagna e poi nell'argentina Buoenos Aires, dove fonda le testate “Prisma”, “Proa”; collabora con i giornali “Cosmopolis”, “Nosotros”, “Sur” , “Martín .. Continua »

Altre frasi di Jorge Luis Borges     Altre frasi Poesie (Licenza foto: Pubblico dominio)

Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Barzellette | Per Webmaster | Cont@tti
Trovaci su Facebook