×
Ultime Frasi
Frasi di Film
Frasi Celebri
Aforismi
Frasi Amore
Frasi Belle
Frasi Poster
Film Poster
Indovinelli
Rompicapo
Poesie
Proverbi
Modi di dire
Palindromi
Scioglilingua
Auguri Feste
Argomenti
Top mese
INDICI ED ELENCHI
+ Elenco Autori + Elenco Attori + Film A-Z + Film per Anno
NETWORK PaginaInizio
⚒ Servizi e strumenti ⇐  Chiudi menù
© Adv Solutions SRL (2005-2022)
Come può esser ch'io non sia più mio?
O Dio, o Dio, o Dio,
chi m'ha tolto a me stesso,
c'a me fusse più presso
o più di me potessi che poss'io?
O Dio, o Dio, o Dio,
come mi passa el core
chi non par che mi tocchi?
Che cosa è questo, Amore,
c'al core entra per gli occhi,
per poco spazio dentro par che cresca?
E s'avvien che trabocchi?
Michelangelo Buonarroti

VOTA questa poesia
0
50%
0
50%


INFORMAZIONI SULLA POESIA
E' stata visualizzata 50 volte.
E' lunga 379 caratteri.
L'autore è Michelangelo Buonarroti: Scultore, pittore, architetto e poeta
Nascita: Caprese Michelangelo (Arezzo) il 06/03/1475data morte il 18/02/1564
Manifesta sin da bambino una spiccata propensione per le arti, così nonostante l'iniziale resistenza del padre, dopo i primi studi in grammatica, nel 1487 apprende tecniche pittoriche avanzate entrando a bottega dal celebre pittore fiorentino Domenico Ghirlandaio. Le prime opere, i bassorilievi “Madonna della Scala” e “Battaglia dei centauri”, .. Continua »
  Link sponsorizzati

PaginaInizio.com
© Adv Solutions SRL (2005-2022)