Locandina film Il cielo sopra Berlino
Zoom locandina
Film Il cielo sopra Berlino
La scheda del Film
Un film di Wim Wenders, genere Fantastico
Paese: Germania 1987
Durata: 130 minuti
Trama: Due angeli scendono sulla città di Berlino per osservare il comportamento degli uomini, senza però poterli aiutare in alcun modo, ma uno di loro si innamorerà e decidederà di diventare un comune mortale per prendersi cura della sua amata.
Cast del Film 'Il cielo sopra Berlino':
Bruno Ganz
Peter Falk
Solveig Dommartin
Condividi su Facebook
Come fui sul monte e arrivai al sole dalla nebbia della valle. Il fuoco ai bordi del pascolo. Le patate nella cenere. Il capannone delle barche sul lago. La Croce del Sud; l'Oriente lontano. Il grande Nord; l'Ovest selvaggio. Il grande lago dell'Orso. Le isole Tristan da Cunha. Il delta del Mississippi. Stromboli. Le vecchie case di Charlottenburg. Albert Camus. La luce del mattino. Lo sguardo del bambino. Andare ad abbeverarsi alla cascata. Le macchie delle prime gocce di pioggia. Il sole. Il pane e il vino. Il saltello. Pasqua. Le venature dei fogli di carta. L'erba che si muove. I colori delle pietre. I ciottoli sul letto del ruscello. La tovaglia bianca all'aria aperta. Il sogno della casa nella casa. Il vicino che dorme nell'appartamento accanto. La quiete della domenica. L'orizzonte. La luce della stanza nel giardino. Volare di notte. Andare in bici senza mani. La bella sconosciuta. Mio padre. Mia madre. Mia moglie. Mio figlio
Il cielo sopra Berlino  Didier Flamand   

Ti ricordi come una mattina il vivere, l'essere a nostra immagine da tanto tempo atteso, è uscito dalla savana, l'erba incollata alla fronte? E come la sua prima parola fosse un grido? Disse "ah!"; o "aaah!"; oppure "oh!". O fu semplicemente un gemito. Di quest'uomo abbiamo potuto ridere, finalmente: per la prima volta. E dal suo grido, e dal modo con cui chiamava i suoi successori, abbiamo imparato a parlare. Una lunga storia: il sole, i lampi, il tuono su nel cielo, e sotto, sulla terra, i falò, i salti in aria, le danze circolari, i segni, la scrittura. Poi all'improvviso uno uscì dal cerchio: si mise a correre dritto, e intanto che correva sempre dritto (curvando, qualche volta, per baldanza) sembrò libero. E noi allora potemmo ridere con lui. Ma poi cambiò di colpo: si mise a correre a zig zag, le pietre volavano... Con la sua fuga iniziava un'altra storia: la storia delle guerre, che ancora dura. Ma anche la prima, quella dell'erba, del sole, dei salti in aria e delle grida, dura ancora...
Il cielo sopra Berlino  Bruno Ganz   

Sono stata tanto sola: anche non avendo mai vissuto da sola. Sai, quando ero con qualcuno spesso ero felice, ma comunque pensavo fosse del tutto casuale: questa gente erano i miei genitori, ma avrebbero potuto anche essere altri. Perché mio fratello era quello con gli occhi marroni e non invece quello con gli occhi verdi che stava sulla banchina di fronte? La figlia del tassista, ad esempio, era mia amica; ma avrei anche potuto passare il braccio intorno al collo di un cavallo: sarebbe stato lo stesso. Stavo con un uomo, ero innamorata. Ma avrei anche potuto piantarlo e andarmene via con quel tizio sconosciuto che avevamo incontrato per la strada.
Il cielo sopra Berlino  Solveig Dommartin   

 3 frasi di 'il cielo sopra berlino' su 3 in archivio 


Il GGG
Harry Potter e la pietra filosofale


Ricerca
Parola, Autore, Film..

Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Barzellette | Webmaster frasi | Cont@tti
Frasi su Facebook