Locandina film Suburra
Zoom locandina
Film Suburra
La scheda del Film
Un film di Stefano Sollima, genere Drammatico
Paese: Italia 2015
Durata: 130 minuti
Trama: Nella Roma antica Suburra era il quartiere dove il potere e la criminalità si incontravano in segreto. Dopo oltre duemila anni, quel luogo esiste ancora.Oggi Roma è la città del potere: grandi palazzi della politica, delle stanze affrescate e cariche di spiritualità del Vaticano e quello, infine, della strada, dove la criminalità continua a imporre la propria legge. La storia racconta di una grande speculazione edilizia che trasformerà il litorale romano in una nuova Las Vegas. Per realizzare tutto questo servirà l'appoggio di Filippo Malgradi, politico corrotto e coinvolto con la malavita.
Condividi su Facebook
La più letta di “Suburra”
Sai che c'è? C'è che in questo paese, ora come ora, uno come me, che sta dove sto io, uno che è arrivato dove sono arrivato io, se ne fotte della magistratura! io sono un parlamentare della Repubblica italiana! S'attaccassero al cavolo!
Suburra  Pierfrancesco Favino  

Se ti servono soldi non c'è problema, possiamo comprare chiunque.
Suburra  Claudio Amendola   Inserita: 02/04/2018

Claudio Amendola nel ruolo di...
Samurai: Ciao Pippo. Hai letto di Bacarozzo?
Pierfrancesco Favino nel ruolo di...
Malgradi: Sei stato tu?
Samurai: È stata Roma. In questa cazzo de città è diventato pericoloso pure attraversà la strada. Io poi col tempo ho imparato che con i morti bisogna andarce piano, sò difficili da maneggià. Invece sembra che tu non lo sai.
Malgradi: Che stai dicendo, di che stai parlando?
Samurai: Ma come cazzo ti è venuto in mente di chiamare Aureliano Adami per risolvere la questione con la famiglia Anacleti? Manfredi Anacleti è uno dei fiji de 'na mignotta più a cazzo dritto di tutta Roma!
Malgradi: Io non ho chiamato nessuno. Io questo Aureliano Adami non so chi sia...
Samurai: Lo chiamano "Il numero 8".
Suburra  Claudio Amendola   Inserita: 24/03/2018

Claudio Amendola nel ruolo di...
Samurai: Un progetto.
Pierfrancesco Favino nel ruolo di...
Manfredi: Dev'esse 'na cosa grossa se te se scomodato te, com'è che se è così grossa io non ne so niente?
Samurai: Perché se fa a Ostia. Ce sta di mezzo la politica, la finanza. Voi, fino a ieri, scontavate le cambiali a gente con le pezze.
Manfredi: Sì, però mò siamo cresciuti, e ce rispettano tutti.
Samurai: Davanti, perché je fate paura, ma dietro? Ancora ve chiamano "zingari". Sempre poracci cravattati rimanete.
Manfredi: Vabbè, a me di 'ste stronzate nun me ne frega niente, io voglio solo rimettere in pari i morti. Per quanto riguarda Numero 8 mi spiace solo che non l'ho ammazzato come 'n cane.
Samurai: Io quello che te dovevo dì, te l'ho detto. Pensaci bene Manfré prima di metterti contro de me, e contro le Famiglie.
Suburra  Claudio Amendola   

Pierfrancesco Favino nel ruolo di...
Manfredi: Nun invecchi mai te, quant'è passato? 10 anni che nun se vedemo?
Claudio Amendola nel ruolo di...
Samurai: Bisogna farla finita con 'sto casino tra te e quelli de Ostia.
Manfredi: Quale casino, io non ho fatto nessun casino.
Samurai: Hai cercato de ammazzà Numero 8 e n'altro po' fai 'na strage.
Manfredi: Te faccio presente che m'ha ammazzato mi'fratello, e che poche ore fa hanno buttato giù du'ragazzi che ho visto nasce. A me nessuno me può impedì de vendicarme.
Samurai: Non è il momento de fa 'sta guerra del cazzo tra de voi. Sto su un progetto che interessa alle Famiglie, e c'ho bisogno di tranquillità.
Suburra  Claudio Amendola   

Pierfrancesco Favino nel ruolo di...
Malgradi: Non lo conosco! Come te lo devo dire? Io ho solo chiesto che spaventassero quel deficiente che mi è venuto a ricattare. Ho parlato con un collega di partito che so che ha delle relazioni.
Claudio Amendola nel ruolo di...
Samurai: Perché non hai chiamato me?
Malgradi: Io, sono anni che non ti vedo, sono anni che non ti sento.Ma che cavolo ne sapevo che quello faceva la cavolata di ammazzarlo?! Te come l'hai saputo?
Samurai: Io so un sacco de cose.
Suburra  Claudio Amendola   

Adamo Dionisi nel ruolo di...
Manfredi: Tu'padre, l'hai capito perché s'è ammazzato?
Elio Germano nel ruolo di...
Sebastiano: No, purtroppo no.
Manfredi: Per i debiti. 'Na montagna de debiti, con noi. Non je stava a dì tanto bene, ultimamente.
Sebastiano: So che due anni fa ha avuto un momento un po'difficile.
Manfredi: Sì, che poi è continuato nel tempo, avemo rilevato tutti i buffi sua e se ne semo fatti carico, e pe'buffi parlo de roba de mijoni. Perciò mò tutto quello che c'aveva lui diventa nostro. Visto che se n'è annato prima der tempo noi in qualche maniera dobbiamo rientrà. Perché vedi, amico mio, quanno finisce 'a ciccia bisogna attaccarse a tutto: pure a li nervetti, alla cartilagine fino ad arrivà a l'osso. Capito l'antifona?
Sebastiano: Peccato che non ho nulla di intestato a me, altrimenti avrei anche potuto.
Manfredi: Ah, ah, ah ma cominciamo male così! La villa 'ndo fai le feste non è 'a tua?
Sebastiano: No, quella è intestata alla società, io ho soltanto delle azioni.
Manfredi: C'hai la maggioranza, quindi è la tua. Senti, te do una settimana per consegnarce la villa, casa, macchine e tutti i soldi spicci che riesci a rimedià. Io con tu'padre sò avvelenato. Perciò, mò se nun te ne vai io ti taglio una gamba, me la metto ar frigorifero e te la do quando ci porti i sordi.
Suburra  Adamo Dionisi   

Eminenza, lei è una persona troppo intelligente per non immaginare le conseguenze del suo atteggiamento. Se l'affare salta quelli non ci mettono niente a farla finire in fondo al Tevere. E francamente preferirei per lei una sorte migliore.
Suburra  Claudio Amendola   

Io col tempo ho imparato che con i morti bisogna andarci piano, sò difficili da maneggià.
Suburra  Claudio Amendola   

 9 frasi di 'suburra' su 9 in archivio 


Suffragette
Stronger Io sono più forte


Ricerca
Parola, Autore, Film..

Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Barzellette | Webmaster frasi | Cont@tti
Frasi su Facebook