Frase di Emilio Salgari categoria Emozioni
Fosse la paura che a poco a poco aveva invaso il nostro equipaggio, fosse perché navigavamo su quel mare sotto le cui onde riposava il vascello stregato, o il riso schernevole del vecchio mastro che risuonava ancora nei nostri orecchi, o il cambiamento operatosi nel nostro capitano di solito così scettico e che rideva ad ogni chiusa di quelle novelle, o qualche altra cosa, quella notte a bordo del nostro veliero regnò come una specie di terrore.
Tratta da: Le novelle marinaresche di mastro Catrame - Einaudi Emilio Salgari  
VOTA questa frase
2
100%
0
0%
Condividi su Facebook
Informazioni sulla frase
Questa frase è stata visualizzata 1658 volte.
E' stata votata 2 volte.
E' lunga 449 caratteri.

La scheda dell'autore: Emilio Salgari
Emilio Salgari, Scrittore
Nascita: Verona (Veneto) il 21/8/1862data morte il 25/4/1911

Nel 1881 abbandona il sogno di diventare capitano della marina e intraprende la carriera di giornalista nella sua città natale, dove soltanto ventenne pubblica i quattro episodi del racconto “I selvaggi della papuasia”. Lavora poi come redattore del giornale “La nuova Arena”, dove escono a puntate i primi fortunati romanzi .. Continua »

Altre frasi di Emilio Salgari     Altre frasi Emozioni (Licenza foto: Pubblico dominio)

Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Barzellette | Per Webmaster | Cont@tti
Trovaci su Facebook