Fu solo dopo la malattia che capii quanto sia importante dir di sì al proprio destino. In tal modo forgiamo un Io che non si spezza quando accadono cose incomprensibili; un Io che regge, che sopporta la verità, e che è capace di far fronte al mondo e al destino.
 Carl Gustav Jung  
VOTA questa frase
3
100%
0
0%
Condividi su Facebook
Informazioni sulla frase
Questa frase è stata visualizzata 2442 volte.
E' stata votata 3 volte.
E' stata pubblicata in data 25/08/18.
E' lunga 262 caratteri.

La scheda dell'autore: Carl Gustav Jung
Carl Gustav Jung, Psichiatra, psicanalista e antropologo
Nascita: Kesswil (Svizzera) il 26/7/1875data morte il 6/6/1961

Nel 1900 si laurea in Medicina e subito dopo inizia a lavorare in un ospedale psichiatrico di Zurigo. E' uno degli allievi più stimati dal suo maestro Sigmund Freud che lo inizia allo studio della psicanalisi. Il rapporto tra i due si interrompe alla vigilia della sua prima pubblicazione, “Trasformazioni e simboli della libido” perché, a differenza .. Continua »

Altre frasi di Carl Gustav Jung     Altre frasi Fortuna (Licenza foto: Pubblico dominio)

Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Per Webmaster