Che aspetto hanno gli extraterrestri?
Ti trovi in » Astronomia » Alieni

Che aspetto potrebbero avere gli alieni? Lo studio dell'università di Oxford li immagina così
Nel nostro immaginario, spesso influenzato da libri, film e fumetti vari, l'aspetto degli extraterrestri richiama in misura prevalente le sembianze umane. Tuttavia secondo studi recenti e affermati, questa possibilità sembra essere davvero remota e l'orientamento prevalente gli attribuisce sembianze e forme che hanno poco a vedere con l'aspetto umano e alla vita sulla terra, a noi tanto familiare.
La domanda riveste un interesse notevole considerando che l'esistenza di una vita extraterrestre è ritenuta molto probabile se non certa, infatti ogni stella della via Lattea ha un pianeta in orbita e circa 1/5 di questi potrebbe ospitare forme di vita, pertanto ci sono circa 50 miliardi di pianeti potenzialmente abitabili solamente nella nostra galassia, che è una delle tante presenti nell'Universo.

Secondo gli scienziati del SETI Institute di Mountain View, dedito alla ricerca della vita extraterrestre, la presenza di atmosfere differenti nei pianeti abitabili del cosmo, con presenza di gas come ossigeno e metano, potrebbe dare luogo alla nascita di forme di vita del tutto differenti a quelle a cui siamo abituati, potrebbero infatti usare idrocarburi liquidi nel modo in cui usiamo l'acqua. Altri scienziati ipotizzano invece che la vita potrebbe essere basata sul silicio.
Insomma, quando si guarda intorno alla Terra, possiamo immaginare una varietà davvero infinita di forme di vita con una diversità organica e funzionale che potrebbe lasciarci davvero a bocca aperta.

Questa opinione è confermata da un altro studio in materia, pubblicato da alcuni ricercatori dell'università di Oxford (Inghilterra) che hanno formulato una teoria con tanto di identikit della forma aliena più probabile, ottenuto applicando la teoria evolutiva di Darwin.
Ebbene secondo questo studio, gli extraterrestri non avrebbero 2 occhi e neanche un paio di gambe, bensì organi che svolgono compiti diversi e che lavorano in modo coordinato, operando in modo del tutto similare a quello delle nostre api. Lo studio afferma poi che gli occhi potrebbero essere del tutto essenti: siccome la maggior parte degli animali terrestri dispone di occhi noi immaginiamo che anche gli extra-terrestri debbano averli, invece gli studiosi considerano forme di vita basate su altri elementi chimici diversi dal carbonio ed immaginano quindi che le forme di vita aliena siano prive di apparati visivi tradizionali.
L'identikit dell'alieno fornito dall'università di Oxford non è quindi del tutto rassicurante, viene immaginato con una struttura verticale e con svariati organi disposti in modo caotico che potrebbero anche staccarsi dalla struttura principale per muoversi in modo più agevole su superfici e contesti differenti, procurando cibo in modo più efficace.
Questi studi potrebbero anche essere affidabili e realistici, nessuno lo mette in dubbio, tuttavia a noi piace comunque immaginarli con aspetto simile a quelli descritti nella saga di Star Wars o al limite come il celebre E.T. ideato dall'artista italiano Carlo Rambaldi vincitore di 2 premi oscar, insomma indubbiamente diverso da noi ma.. non troppo.

3
100%
0
0%
Condividi su Facebook
Tag: Alieni  Pianeti  


Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Cont@tti | Privacy | Segnala abusi
Genio su Facebook