Foto di ludovico ariosto
Frasi di Ludovico Ariosto
La scheda di Ludovico Ariosto
Poeta italiano
Nascita: Reggio Emilia il 8/9/1474data morte il 6/7/1533
Ludovico Ariosto è stato un poeta, commediografo, funzionario e diplomatico italiano. È considerato nella storia della letteratura italiana ed europea uno degli autori più celebri ed influenti del Rinascimento ed è ritenuto, nel quadro della rifondazione dei generi teatrali, l'iniziatore della commedia "regolare" con Cassaria e I suppositi.Il suo Orlando furioso è tra i poemi più importanti della letteratura cavalleresca quindi è considerato il codificatore della favola romanzesca e tra i massimi esponenti e cantori di Ferrara legati al rinascimento estense con Matteo Maria Boiardo e Torquato Tasso e un seguace dei precetti sulla fondazione di una lingua nazionale italiana dell'amico Pietro Bembo.La sua ottava rima, definita "ottava d'oro", rappresenta una delle massime espressioni raggiunte dalla metrica poetica prima dell'illuminismo e rappresentò l'apice raggiunto dall'umanesimo ferrarese anche con il suo recupero del teatro classico.  (Fonte: Wikipedia)
Cerca autore su Amazon
Condividi su Facebook
La più letta di “Ludovico ariosto”
Per amore venne in furore e matto, d'uom che sì saggio era stimato prima.
Ludovico Ariosto  

Io credea e credo, e creder credo il vero.
Ludovico Ariosto   

Ben ch'esser donna sia in tutte le bande, danno e sciagura, quivi era pur grande.
Ludovico Ariosto   Tratta da: Orlando Furioso, VIII, ott.LVIII 

Chi mette il piè su l'amorosa pania,
cerchi ritrarlo, e non v'inveschi l'ale;
che non è in somma amor, se non insania,
a giudizio de' savi universale.
Ludovico Ariosto   Tratta da: Orlando Furioso, XXIV, ott.1 

Ingiustissimo Amor, perché sì raro
corrispondenti fai nostri desiri?
onde, perfido, avvien che t’è sì caro
il discorde voler ch’in duo cor miri?
Ludovico Ariosto   Tratta da: Orlando Furioso, II, ott.1 

Spesso in poveri alberghi e in picciol tetti,
Ne le calamitadi e nei disagi,
Meglio s’aggiungon d’amicizia i petti,
Che fra ricchezze invidiose ed agi
De le piene d’insidie e di sospetti
Corti regali e splendidi palagi,
Ove la caritade è in tutto estinta,
Né si vede amicizia, se non finta.
Ludovico Ariosto   

Alcun non può saper da chi sia amato
Quando felice in su la ruota siede;
Però c'ha i veri e i finti amici a lato,
Che mostran tutti una medesma fede.
Se poi si cangia in tristo il lieto stato,
Volta la turba adulatrice il piede;
E quel che di cor ama, riman forte,
Et ama il suo Signor dopo la morte.
Ludovico Ariosto   Tratta da: Orlando Furioso, XIX, ott.1 

 7 frasi di 'ludovico ariosto' su 7 in archivio  (Licenza foto: Pubblico dominio)


Luigi
Pirandello
Lucy
Maud
Montgomery


AUTORI per Tipo

Cinema (508)
Letteratura (249)
Musica (125)
Spettacolo (120)
Politica (100)
Sport (90)
Filosofia (73)
Giornalismo (66)
Economia (57)
Scienze (54)
Religione (54)
Arte (52)
Storia (41)
Varie (21)

+ Elenco Autori
+ Elenco Attori
+ Elenco Argomenti
+ Tutte le frasi

Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Per Webmaster