Cosa si festeggia ad Halloween?
Ti trovi in » Storia » Halloween

Le zucche intagliate derivano da un'antica leggenda irlandese Costumi tipici di Halloween
Dolcetto o scherzetto? Con questa frase ormai anche in Italia la notte del 31 ottobre grandi e piccini vagabondano per le strade mascherati da creature terrificanti, bussando alle porte in cerca di leccornie. Sebbene oggi tale festività abbia assunto un profondo carattere consumistico, in realtà le sue origini hanno radici profonde e radicate nel tempo.

Per capire da dove nasce la spaventosa tradizione dobbiamo tornare con la mente all'antica festività celtica conosciuta con il nome di “Samhain” (fine dell'estate), da cui pare che Halloween nel corso del tempo abbia tratto la propria storia.

La parola “Halloween” è infatti la variante scozzese del termine “All-Hallows-Eve”, che nella tradizione celtica indicava la notte antecedente la ricorrenza di Ognissanti (celebrata il 1° novembre). Essendo dediti per lo più alla pastorizia e all'agricoltura; il 31 ottobre i Celti celebravano il termine delle attività agricole, data che rappresentava il passaggio dalla stagione calda a quella fredda e quindi la fine di un anno.

Secondo la consuetudine, la notte del 31 ottobre le anime dei morti deceduti l'anno precedente vagavano alla ricerca di corpi di cui re impossessarsi. L'usanza di indossare delle maschere deriva proprio da questa credenza: per evitare di essere catturati dagli spiriti, i Celti usavano riunirsi per tre giorni e indossare dei travestimenti che spaventassero i fantasmi desiderosi di appropriarsi dell'anima altrui. Di ritorno al villaggio illuminavano il cammino utilizzando delle cipolle intagliate e per non essere catturati dalle Fate, ritenute creature malvagie, facevano loro grosse offerte di cibo.

L'usanza delle zucche intagliate proviene invece da una leggenda irlandese secondo cui il fabbro Jack'o'lantern, dopo essere sceso a patti con il Diavolo infilò dei tizzoni ardenti all'interno di una zucca per vagare in eterno nel buio.

In epoca cristiana la celebre frase “dolcetto o scherzetto?” (in inglese “trick or treat”), deriva invece dalla consuetudine dei fedeli di elemosinare del cibo durante i loro lunghi viaggi. In cambio i pellegrini promettevano di recitare preghiere per le anime dei morti appartenenti alla famiglia dei benefattori.

I cristiani festeggiano Halloween?
Le radici di Halloween affondano nell'antica cultura celtica, specificamente in Irlanda, con la festività di Samhain, che segnava la fine dell'estate e l'inizio dell'inverno il 1° novembre. Durante Samhain, i Celti credevano che gli spiriti dei defunti potessero tornare nel mondo dei vivi. Per placare questi spiriti, la gente si mascherava con volti spaventosi e accendeva il Fuoco Sacro.

Con l'arrivo del cristianesimo, Samhain fu trasformato in Ognissanti, tuttavia, il legame di Halloween con l'occulto e il satanismo si sviluppò quando immigrati irlandesi portarono le tradizioni in America, dove divennero simboliche di riti magici e rituali satanici.
Per i cristiani, Halloween può essere problematica poiché può essere associata all'occultismo e ai rituali satanici. I vescovi emiliani hanno affermato che Halloween è importante per i satanisti e corrisponde alla loro vigilia di capodanno. Pertanto, molti cristiani scelgono di non festeggiare Halloween per evitare qualsiasi connessione con l'occulto che si oppone al cristianesimo.

San Paolo ha avvertito contro la comunione con i demoni, sottolineando che non si può partecipare alla mensa del Signore e alla mensa dei demoni contemporaneamente. Di conseguenza, alcuni cristiani evitano Halloween per evitare qualsiasi ambiguità spirituale.

Tuttavia, se Halloween è interpretata come un'occasione di intrattenimento per bambini (e adulti) estrapolandola quindi dal significato satanico, nulla e nessuno vieta di parteciparvi.

Halloween può predire il futuro?
Gli incantesimi di Halloween offrono un modo divertente per esplorare il futuro. Vi proponiamo un gioco da fare con gli amici coinvolge 3 piattini posizionati uno accanto all'altro: uno vuoto, uno con farina e uno con acqua. Bendati, i partecipanti scelgono un piattino e toccano il contenuto con un dito. Toccare l'acqua predice un matrimonio entro un anno, il piatto vuoto suggerisce un anno di difficoltà, mentre il piatto con la farina indica ricchezza e felicità.

Secondo una tradizione americana, sbucciare una mela senza interruzioni alla vigilia di Halloween può rivelare la durata della tua vita, con una striscia di buccia più lunga che corrisponde a una vita più lunga.

Per scoprire il volto del futuro marito, un antico rituale scozzese prevede di stendere lenzuola bagnate davanti a un fuoco nella notte di Halloween.

4
100%
0
0%
Condividi su Facebook
Tag: Halloween  Date  


Licenza foto #1 Le zucche intagliate derivano da ...: Cindy - CC BY-SA 2.0 foto modificata
Licenza foto #2 Costumi tipici di Halloween: Pubblico dominio







Come pulire i pennelli del makeup?











Cosa significano i dieci comandamenti?








Come convincere un ragazzo a smettere di fumare




Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


Genio PaginaInizio.com

© Adv Solutions SRL 
(Siamo online dal 2005)

Indice Genio | Argomenti