Quali sono le fake news storiche?
Ti trovi in » Storia » Italia

Si parla molto di notizie false (o Fake News) in coincidenza con l'avvento di internet e con la conseguente capillarità delle sorgenti informative, in realtà il fenomeno è sempre esistito anche se chiaramente in modo minore. Le notizie false si sono sempre diffuse per errore oppure per interesse, magari con l'intento di screditare o disorientare qualcuno perseguendo specifici obiettivi politici o militari.
Abbiamo quindi raccolto le Fake News più interessanti e popolari che si sono diffuse a livello storico in ordine cronologico, giungendo fino ai nostri giorni.


Nerone non incendiò Roma
L'imperatore Nerone (37 d.C), certamente più incline alle arti che al potere, venne accusato di aver appiccato l'incendio di Roma del 19 luglio del 64 d.c. Se però si analizzano gli scritti del tempo si scopre la versione di Tacito che afferma non conoscere le esatte cause, pur denigrando lo stesso Nerone, che a suo dire si sarebbe ispirato nel canto mentre le fiamme divampavano.
Lo storico Eric Varner ritiene improbabile che ne fosse il vero responsabile, visto che il fuoco distrusse il suo palazzo, la Domus Transitoria. Anche lo storico Henry Hurst ritiene che l'incendio sia iniziato forse come un incidente e si sia propagato perché a Roma le case erano di legno.

Marco Antonio non era sempre ubriaco
Anche Ottaviano (63 a.C), figlio adottivo di Giulio Cesare, nella sua contesa con Marco Antonio (generale di Cesare) diffuse notizie false ad arte guadagnando così la conquista dell'impero e diventando il grande Augusto. Dette infatti risonanza e importanza alla presunta relazione di Antonio con la regina egiziana Cleopatra e poi diffuse false voci sulla sua continua ubriachezza.

I funghi di Claudio
Si disse che l'imperatore Claudio (1O a.C.) fosse stato avvelenato con i funghi da Agrippina, madre di Nerone che aveva adottato il figliastro. Alcuni storici ritengono però che l'avvelenamento potrebbe essere stato accidentale, visto che l'imperatore era solito consumare funghi di vario tipo.

Lo Zar Ivan non era così terribile
Anche lo Zar Ivan il Terribile (1530-1584) fu vittima di fake news: il suo soprannome non identificava una persona crudele, quanto piuttosto la sua statura fisica, visto che era alto oltre 1,80 e possente.

Le costole di D'annunzio
La notizia che D'annunzio (1863-1938), simbolo del decadentismo e celebre figura della prima guerra mondiale, si fece togliere due costole del torace per agevolare certe pratiche di piacere è una diceria diffusissima ma decisamente fantasiosa. Infatti nessuna biografia di Gabriele D’Annunzio riporta questo dettaglio, peraltro l'esecuzione di un simile intervento medico-chirurgico in quel periodo storico pare del tutto irrealistico.


Lo ius primae noctis
Il fatto che nel medioevo i feudatari godessero dello "ius primae noctis" ovvero il “diritto della prima notte” è conosciuto come il diritto del feudatario a trascorrere la prima notte di nozze con le mogli dei suoi servi. In realtà si trattava di una tassa in denaro (quindi non in natura) chiesta dal signore in cambio del suo consenso al matrimonio. Il noto film "Braveheart - Cuore impavido" del 1985 ha contribuito non poco ad amplificare questa falsa credenza anche ai giorni nostri.

La mela di Newton
Si narra che il fisico inglese Isaac Newton (1643-1727) scoprì la forza di gravità quando una mela gli cadde in testa, come tramandato nel 1734 da Voltaire nelle 'Lettere filosofiche'. In realtà si è sempre trattato di un aneddoto, come riportato dalla biografia scritta dal collega William Stukeley. Il racconto fu costruito ad arte molti anni dopo solo a scopo narrativo.

La Guerra dei Mondi
A New York, nel 1938, una trasmissione radiofonica della CBS condusse un esperimento radiofonico che finì per spaventare milioni di americani, l'episodio è considerato ancora oggi il più celebre esempio di burla diffusa come notizia falsa tramite i media. Fu infatti trasmesso un adattamento della 'Guerra dei Mondi' dall'omonimo romanzo di H.G. Wells del 1897. Venne descritta un'invasione aliena trasmettendo una serie di comunicati e bollettini concitati, che allarmarono il pubblico radiofonico.

5
100%
0
0%
Condividi su Facebook
Tag: Italia  Romani  


Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Segnala