I vampiri esistono davvero?
Ti trovi in » Società

I vampiri possano esistere nella vita reale? Abbiamo sempre creduto che queste creature amanti del sangue non fossero altro che il frutto dell’immaginazione, ma in realtà esistono alcuni casi che potrebbero portare a chiederci se l'ipotesi che i vampiri esistano, abbia un fondo di verità.

Dalla pubblicazione del famoso romanzo Dracula, dell'irlandese Bram Stocker, nel 1897, l'esistenza di queste creature misteriose non smette di affascinare. Secondo la tradizione più comune i vampiri sono esseri che, per mantenersi in vita, si nutrono di qualcosa che sottraggono ad altri esseri viventi: il sangue, ovvero la loro essenza vitale. Nella vita reale può accadere qualcosa di simile?

Un fenomeno realmente esistente è vampirismo clinico, ossia un tipo di stress post-traumatico in cui il testimone di un evento particolarmente traumatico e sanguinoso, sviluppa il piacere di vedere il sangue e successivamente il bisogno di berlo, prima di animali e poi di esseri umani. Sebbene sia un disturbo fortunatamente abbastanza raro, le persone che lo presentano devono essere sottoposte a trattamento per poterlo affrontare e gestire. E’ il caso del vampiro dalla Turchia, un giovane di soli 23 anni, che iniziò a sviluppare un'intensa ossessione per il sangue. Dapprima iniziò a farsi tagli sul corpo, succhiando il sangue dalle ferite, successivamente iniziò a procurarsi sacche di sangue dalla banca locale infine cominciò a desiderare il sangue altrui, mettendo in atto tutta una serie di comportamenti criminali.

Aldilà di questo fenomeno, esistono alcuni personaggi del passato che sembrano avere similitudini con i vampiri che conosciamo tramite leggende e libri.

La vampira del Rhode Island
La storia del vampiro del Rhode Island è una delle storie più strabilianti sui vampiri nella vita reale. Risale alla fine del XVII secolo, quando la famiglia Stuckeley viveva in quella zona e gestiva i campi. Finché arrivò un brutto perioso per il raccolto, e con esso la carestia. I suoi figli cominciarono ad ammalarsi. Sarah è stata la prima a morire, seguita da cinque dei suoi fratelli. I sette figli rimasti della coppia Stuckeley iniziarono ad allarmare i loro genitori. Dissero che potevano vedere la loro sorella Sarah aggirarsi per casa, e che di notte sarebbe andata a trovarli nella loro stanza e si sarebbe seduta su di loro, impedendo loro di respirare. Anche loro stavano iniziando ad ammalarsi.
Tanta era l'angoscia che il signor Stuckeley decise di andare al cimitero e vedere con i propri occhi i cadaveri dei suoi sei figli morti. In cinque di essi trovò i segni di putrefazione. Ma il cadavere di Sarah era intatto e con un sorriso sulle labbra. Una volta dissotterrato, il corpo è stato esaminato e il cuore estratto. Da quel momento gli altri componenti della famiglia cominciarono a guarire.

Il caso di Elizabeth Bathory
Quando si parla dell'esistenza dei vampiri, il solo fatto di menzionare la Transilvania ci porta già in quell'ambiente tenebroso, che oltre ad essere la patria del famoso conte Dracula, ospitò anche la vita di una donna aristocratica e detentrice di un grande potere, Elizabeth Bathory. La donna visse in un'epoca buia, in cui i potenti avevano il dominio totale sui loro servi e poiché si celebravano spesso matrimoni tra membri della stessa famiglia, la schizofrenia, l'epilessia e le malattie mentali erano comuni. Si dice che Elizabeth stessa potrebbe essere molto probabilmente una portatrice di alcune malattie.
La donna era chiamata la Contessa di Dracula, non tanto perché beveva sangue umano, ma perché aveva una passione assoluta per spargere sangue tramite torture nei confronti dei suoi servi e nemici. Sebbene non sia esattamente un caso di vampirismo, la sua crudeltà ha assunto dimensioni tali da essere registrata nella storia come l'equivalente femminile del leggendario Conte Dracula.

0
50%
0
50%
Condividi su Facebook
Tag: Vampiri  Halloween  


Licenza foto #1 : Pubblico dominio
Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Segnala