In un angolo del campo di concentramento, a un passo da dove si innalzavano gli infami forni crematori, nella ruvida superficie di una pietra, qualcuno, chi?, aveva inciso con l’aiuto di un coltello forse, o di un chiodo, la più drammatica delle proteste: “Io sono stato qui e nessuno racconterà la mia storia”.
 Luis Sepulveda  
VOTA questa frase
0
50%
0
50%
Condividi su Facebook
Informazioni sulla frase
Questa frase è stata visualizzata 106 volte.
E' lunga 311 caratteri.

La scheda dell'autore: Luis Sepulveda
Luis Sepulveda, Scrittore, giornalista, sceneggiatore e regista cileno
Nascita: Ovalle (Cile) il 4/10/1949data morte il 16/4/2020

Scrittore, giornalista e regista cileno, Luis Sepúlveda ha conseguito un grande successo più all'estero che nella sua patria. Dopo la pubblicazione del fortunato romanzo “Il vecchio che leggeva romanzi d'amore” (1989), diviene uno degli scrittori più letti in tutto il mondo e conquista la scena letteraria anche in Italia, a partire dal 1993. Durante la gioventù .. Continua »

Altre frasi di Luis Sepulveda     Altre frasi Guerra_pace (Licenza foto: Elena Torre - CC BY-SA 2.0 foto modificata)

Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Per Webmaster