Perché non sopportiamo i quadri storti?
Ti trovi in » Società

Veniamo educati e cresciamo imparando ciò che è giusto e ciò che invece è sbagliato e capita più spesso di quanto si possa immaginare che certe piccolezze non conformi al giusto ci diano fastidio. Un esempio molto comune sono i quadri storti appesi alle pareti. Vedere un quadro storto infastidisce alla vista e tale sensazione non va via fintanto che non si mette il quadro nella posizione corretta. Parliamo di fastidio e non di fobia perché si tratta di un fenomeno che al massimo crea un po' di disagio o ansia, ma non ansia negativa o paura.

Un'eccezione a quanto appena sostenuto la si ha nei casi di disturbo ossessivo compulsivo, quando cioè vi è una vera e propria patologia e la sensazione fastidiosa per le cose in disordine o fuori dal loro posto ordinario diventa irrefrenabile.

In tutti gli altri casi il fastidio è noto come risposta del fenomeno "Not just right experience" e si parla appunto di una sensazione di seccatura che ci pervade quando le cose non sono "come dovrebbero essere". Come già detto, quello dei quadri storti è l'esempio più lampante, ma può riguardare anche una tovaglia non allineata correttamente, un libro in una pila messo al contrario e così via.

Per molte persone, ma non per tutte, è naturale quindi avere l'impulso di sistemare e riallineare ciò che le disturba e l'ordine è proprio ciò di cui hanno bisogno per tranquillizzarsi.

2
100%
0
0%
Condividi su Facebook
Tag: Quadri  


Licenza foto #1 : Pubblico dominio
Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Cont@tti | Segnala abusi
Genio su Facebook