Notte da incubo in cella per l'attentatore del BUS, detenuti in rivolta

Gruppi e Tags: ItaliaSicurezza

 Ricerca in tutti gli Articoli
   TOP 8 - Più letti della categoria Cronache
Notte da incubo in cella per l'attentatore del BUS, detenuti in rivolta

Ousseynou Sy, l’autista di origini Senegalesi che ha sequestrato sul bus 51 studenti nel milanese minacciando di bruciarli, ha passato la prima notte in carcere dopo essere stato arrestato.

Gli altri detenuti lo hanno accolto inveendo contro di lui e lanciando contro la porta della sua cella uova e arance per tutta la notte. Come noto, infatti, nel codice "carcerario" chi colpisce i bambini deve spesso subire una sorta di pena "accessoria" che si consuma proprio nel rapporto quotidiano con gli altri detenuti, e Ousseynou non ha avuto nessuno sconto su questo.

Preso atto della situazione che rischiava di degenerare, si è deciso di trasferire l'attentatore in un altro reparto isolato, riservato a chi commette reati contro donne e bambini.

A complicare la sua permanenza in carcere, sono state anche le dichiarazioni rilasciate nell’interrogatorio, in cui l’uomo non dà segni di pentimento. “Lo rifarei cento volte”, ha ribadito ai carabinieri. A ciò si devono aggiungere le reazioni sdegnate di molti protagonisti del mondo della politica e dell'informazione come ad esempio il giornalista Toni Capuozzo che ha pubblicato un post in cui evidenzia come il mancato attentato abbia sconvolto e terrorizzato molti, concludendo che "...non è riuscito a uccidere nessuno, ma ha ucciso molta innocenza, tra i nostri piccoli, sfiorati dalle notizie di un giorno qualunque."

L'audio con la telefonata nascosta di un ragazzino che ha scongiurato la tragedia.







   Link sponsorizzati

   Potrebbe interessarti anche..
Animali
Le lacrime del vigile che salva il gattino hanno commosso il web
Guinness
Uomo razzo sulle dolomiti, lo spettacolo che suscita invidia
Animali
Sardegna, ritrovato il coccodrillo sparito misteriosamente dal circo
Spettacolo
La Ferragni annuncia le sue vacanze ma i social non la prendono bene
   Contenuti simili o correlati
   Condividi - Link articolo (Clicca il link e seleziona Copia)
Data articolo: 22/03/2019
© Adv Solutions Srl - Vietata la riproduzione

Caffè news PaginaInizio
© Caffè Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Caffè | Video | Cont@tti
PaginaInizio su Facebook