Foto di andrea pazienza
Frasi di Andrea Pazienza
La scheda di Andrea Pazienza
Fumettista e pittore
Nascita: San Benedetto del Tronto (Marche) il 23/5/1956data morte il 16/6/1988
Nel '68, soltanto dodicenne, si sposta a Pescara per frequentare il liceo artistico, mentre il suo estro si manifesta già in alcuni spettacoli messi in scena al Teatro Verdi di San Severo. Sono gli anni in cui si dedica al fumetto, alcuni dei quali ancora nascosti all'attenzione di fan e appassionati. Espone le prime opere nel 1973 e più tardi, rimasti da sostenere soltanto due esami, lascia il DAMS bolognese e si impegna nella realizzazione de “Le straordinarie avventure di Pentothal”, ispirate alle contestazioni di sinistra del '77. Incontra e collabora con gli artisti più brillanti del periodo, con la rivista satirica romana “Il Male” e nel 1980 fonda “Frigidaire”, il mensile su cui per la prima volta appare disegnato l'irriverente personaggio di “Massimo Zanardi”, seguito dagli altrettanto celebri “Francesco Stella” e “L'investigatore senza nome”. Non solo fumettista ma autore di copertine, spot e calendari e, a partire dagli anni '80, insegnante di arti grafiche, creatore di locandine cinematografiche – tra cui quella del il film firmato Fellini “La città delle donne” – e di scenografie teatrali. A partire dall'82 espone anche come pittore, regalando alla Facoltà genovese di Lettere un eterno dipinto murale. Mentre la sua celebrità decolla, si avvicina alle droghe di cui diventa presto dipendente e nell'86 – stesso anno in cui intraprende la collaborazione con le riviste “Avaj”, “Tango” e “L'Unità” – sposa la collega Marina Comandini. Si spegne trentaduenne a Montepulciano in seguito a una probabile overdose, a pochi giorni dall'esposizione di Peschici.
Condividi su Facebook
La più letta di “Andrea pazienza”
Mi chiamo Andrea Michele Vincenzo Ciro Pazienza (...) Ho la patente da sei anni ma non ho la macchina. Quando mi serve, uso quella di mia madre, una Renault 5 verde. Dal '76 pubblico su alcune riviste. Disegno poco e controvoglia. Sono comproprietario del mensile "Frigidaire". Mio padre, anche lui svogliatissimo, è il più notevole acquerellista ch'io conosca. Io sono il più bravo disegnatore vivente. Amo gli animali ma non sopporto di accudirli. Morirò il sei gennaio 1984.
Andrea Pazienza  

Sento la morte ma non ho voglia di salutare nessuno.
Andrea Pazienza   Tratta da: Pompeo - Grifo Edizioni 

E ringraziate che ci sono io, che sono una moltitudine.
Andrea Pazienza   Tratta da: Le straordinarie avventure di Penthotal - Fandango 

Prima di fare fumetti dipingevo quadri di denuncia. Erano tempi nei quali non potevo prescindere dal fare questo. Ma i miei quadri venivano comprati da farmacisti che se li mettevano in camera da letto. Il fatto che il quadro continuasse a pulsare in quell'ambiente mi sembrava, oltre che una contraddizione, anche un limite enorme. Da qui il mio desiderio di fare fumetti.
Andrea Pazienza   

Sono un lupo... Che non mi si chiami fido quindi!
Andrea Pazienza   Tratta da: Pacco - Frigidaire 

Perché la pazienza ha un limite, Pazienza no.
Andrea Pazienza   

Perché il freddo, quello vero, sa essere qui, in fondo al mio cuore di sbarbo.
Andrea Pazienza   Tratta da: Giallo Scolastico - Frigidaire 

Amore è tutto ciò si può ancora tradire.
Andrea Pazienza   

 8 frasi di 'andrea pazienza' su 8 in archivio  (Licenza foto: Pubblico dominio)


Andy
Warhol
Andrea
Calcagnile

Ricerca
Parola, Autore, Film..

AUTORI per Tipo

Cinema (362)
Letteratura (188)
Musica (103)
Spettacolo (102)
Politica (86)
Sport (79)
Filosofia (67)
Religione (52)
Economia (51)
Arte (49)
Scienze (48)
Giornalismo (48)
Storia (40)
Varie (17)

+ Elenco Autori
+ Elenco Attori
+ Elenco Argomenti
+ Tutte le frasi

Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Barzellette | Webmaster frasi | Cont@tti
Frasi su Facebook