Andai a combattere per Israele perché avevo la sensazione che i seicentomila .. (Arrigo Levi)
Andai a combattere per Israele perché avevo la sensazione che i seicentomila ebrei che avevano fondato Israele rischiassero la vita. E vi era poi un sottile senso di colpa per essere scampato alla Shoah andando in America Latina. Anche se non sono mai stato sionista – si poteva essere ebrei senza bisogno di andare in Israele – una volta rientrato in Italia, nel 1949, pensavo poi di fare ritorno in Israele. Ma 150 sterline regalatemi da un parente per andare tre mesi a Londra mi fecero cambiare idea. Mi attirava molto l’esperienza del Welfare State laburista. Ero di simpatie socialisteggianti allora.
 Arrigo Levi  
VOTA questa frase
0
50%
0
50%
Condividi su Facebook
Informazioni sulla frase
Questa frase è stata visualizzata 40 volte.
E' lunga 606 caratteri.

La scheda dell'autore: Arrigo Levi
Arrigo Levi, Giornalista, scrittore, conduttore
Nascita: Modena il 17/7/1926data morte il 24/8/2020

Levi apparteneva a una famiglia della Comunità ebraica di Modena, nel 1942 fu costretto a trasferirsi con i genitori in Argentina per sfuggire alle persecuzioni razziali, nel paese sudamericano si avvicina al giornalismo. Tornato in Italia con la famiglia, subito dopo la guerra, si laurea in Filosofia. In seguito si trasferisce in Israele dove si arruola volontario .. Continua »

Altre frasi di Arrigo Levi     Altre frasi Guerra_pace

Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Per Webmaster | Privacy | Cont@tti
Trovaci su Facebook