Quando arrivai alla stazione di Milano ebbi un'emozione grandissima: un .. (Iva Zanicchi)
Quando arrivai alla stazione di Milano ebbi un'emozione grandissima: un facchino che spingeva un carrello carico di valigie stava fischiettando la mia canzone!Per bacco, pensai, allora qualcosa si muove! Mi scivolò quasi la borsa dalle mani, volevo andar lì e abbracciarlo e chiedergli: 'Ma come? Ma perché? Dove sei stato?'
 Iva Zanicchi  
VOTA questa frase
1
100%
0
0%
Condividi su Facebook
Informazioni sulla frase
Questa frase è stata visualizzata 1547 volte.
E' stata votata 1 volta.
E' lunga 324 caratteri.

La scheda dell'autore: Iva Zanicchi
Iva Zanicchi, Cantante, conduttrice, politica
Nascita: Ligonchio (Reggio Emilia) il 18/1/1940+ Età e Segno

Esordisce ventenne come cantante e fino agli anni '90 vive uno splendido successo, divenendo uno dei nomi più popolari e influenti nella scena musicale italiana. E' poi approdata in TV in qualità di conduttrice e talvolta attrice e nonostante qualche ritorno alle origini musicali. Nel 2009 si affaccia alla politica e viene eletta deputato europeo per il PDL. Leggi le frasi »

Altre frasi di Iva Zanicchi     Altre frasi Spettacolo (Licenza foto: Pubblico dominio)

Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Per Webmaster | Privacy | Cont@tti
Trovaci su Facebook