Chi ha inventato il telefono?
Ti trovi in » Tecnologia

I due principali nomi che vengono fatti quando si parla di invenzione del telefono Antonio Meucci e Alexander Graham Bell. Nonostante il secondo venga considerato ufficialmente l’inventore del telefono poiché lo brevettò nel 1876, Meucci viene considerato da molti come il vero padre dell’invenzione, avendolo creato nel 1854. Ma vediamo nello specifico come sono andate le cose e i fatti in ordine temporale.

Emigrato in America dopo i moti del 1831, l'inventore fiorentino Antonio Meucci (1808-1889) pur impegnandosi via via in attività di attrezzista, meccanico, fabbricante di candele, non tralascia gli studi e le ricerche per la realizzazione di quello che chiama "telegrafo parlante" e che descrive come "un diaframma vibrante che alterna la corrente di un magnete elettrizzato. Queste variazioni di corrente, trasmettendosi all'altro capo del filo imprimono analoghe vibrazioni al diaframma ricevente, riproducendo la parola".

L'ingegnoso fiorentino era riuscito a costruire uno strumento che chiamò "telettrofono" e che inizialmente utilizzò per comunicare da un piano all'altro della sua casa con la moglie, che doveva restare molto tempo a riposo a causa di una grave forme di artrite remautoide.
Il sistema ideato univa due apparecchi dotati di una cornetta con all'interno una membrana metallica. Tale membrana vibrava ogni volta che veniva colpita dalle onde sonore e queste vibrazioni venivano trasmesse all'altro capo del telettrofono per poi essere ritrasformate in onde sonore. In questo modo due interlocutori potevano parlare tra di loro.
Nel 1871, alcuni anni dopo la realizzazione del primo esemplare, Meucci brevetta il suo telefono, ma le difficoltà finanziarie gli consentono di tutelarne la paternità solo per un anno. Nel 1873, grazie a un prestito, riesce nuovamente a mantenere la proprietà del brevetto per un altro anno, poi, visto anche il disinteresse della Western Telegraph cui l'ha offerto, è costretto a lasciarlo decadere. Interviene allora lo scozzese Graham Bell che a sua volta perfeziona e nel 1876 brevetta il telefono a proprio nome, giungendo a un accordo con la Western Telegraph che comincia a rendersi conto delle potenzialità della nuova scoperta, e se ne assicura assicura lo sfruttamento commerciale.

Ben oltre un secolo più tardi, esattamente l’11 giugno 2002, dopo una "lotta" pressoché infinita, il Congresso degli Stati Uniti d'America ha proclamato Antonio Meucci  il vero e unico inventore del telefono. Ci sono voluti 126 anni affinché all'inventore italiano abbia potuto ottenere il suo riconoscimento.

1
100%
0
0%
Condividi su Facebook
Tag: Telefono  Invenzioni  


Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Segnala