Chi ha inventato la password?
Ti trovi in » Tecnologia » Internet

Ci sono cose, tangibili e non, che sono ormai di uso comune e quando siamo abituati ad una certa pratica tendiamo a darla per scontata, non pensando al momento in cui essa può aver preso il via o a chi può averla creata. Un esempio è la password, un codice alfanumerico personale che ci consente di accedere a specifiche sezioni web o compiere operazioni di cifratura. Associata ad un nickname o nome utente, la password ci consente di avere un'identificazione univoca e di accedere a dei dati protetti. Per questo si tratta di un dato personale, ma soprattutto segreto. E sempre per questo nel momento delle registrazioni sui siti web ci viene richiesto di scegliere una password "difficile", che non corrisponda a un numero o una parola di senso compiuto facilmente intuibile. Inoltre, sempre in ottica di innalzare il livello di sicurezza e protezione, talvolta viene richiesto l'utilizzo di password dinamiche, le quali devono essere cambiate dopo un certo periodo di tempo, stabilito a priori.

Se ci si sofferma a pensare, queste chiavi di accesso moderno altro non sono che l'evoluzione delle parole d'ordine utilizzate soprattutto da soldati e guardie, vale a dire in ambito militare. Le sentinelle di guardia infatti autorizzavano il passaggio solamente a chi rispondeva correttamente alla domanda "Parola d'ordine?". Chi conosceva la risposta poteva varcare la soglia, gli altri no.

Ma come si è arrivati da una parola d'ordine pronunciata con la voce ad una password da digitare su una tastiera? Il merito di questo passaggio va attribuito a Fernando Corbatò, un ingegnere informatico statunitense. Nel 1961 svolgeva la professione di professore di informatica presso il Massachussetts Institute of Technology (MIT) e stava lavorando al progetto noto come Compatible Time-Sharing System (CTSS). Ciò consentiva a più persone di accedere contemporaneamente ad un computer di dimensioni notevoli, per non dire gigantesche, attraverso la linea telefonica. Tuttavia, ciascuna persona avrebbe dovuto consultare i propri file personali, quindi serviva una limitazione, una sorta di serratura. Ecco che Corbatò ebbe l'intuizione e dette vita alle password. A detta sua, stando ad un'intervista realizzata nel 2012, si trattò di "una soluzione molto semplice".

1
100%
0
0%
Condividi su Facebook
Tag: Internet  Computer  


Licenza foto #1 : Pubblico dominio
Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Cont@tti | Segnala abusi
Genio su Facebook