Come fare la tinta ai capelli da sola?
Ti trovi in » Look » Capelli

Per qualsiasi cosa c'è un esperto professionista che ci può venire incontro e risolvere un problema, a prescindere dalla sua natura ed importanza. Tuttavia, come ci ricorda un detto popolare "nessuno nasce imparato", che significa che per tutti c'è bisogno di un percorso di apprendimento. Di conseguenza, si può intuire anche che tutti potenzialmente possiamo imparare a fare una data attività. Un esempio molto semplice è la tinta per i capelli da fare a casa.


Normalmente si va nei saloni dei parrucchieri per rinnovare il look e cambiare la tonalità della chioma, così come per coprire l'antiestetica riga di ricrescita, ma niente e nessuno vieta di farla in casa. Anzi, questa scelta ha non pochi vantaggi. Che si compri dal parrucchiere di fiducia o in un negozio che vende prodotti esclusivi per capelli o, ancora, al supermercato, il costo da sostenere per l'acquisto del colore per capelli è inferiore rispetto a quello dal parrucchiere. Questo perché è al netto della manodopera e non viene corredato da altri servizi come lo shampoo e la piega.


Ma l'aspetto economico non è l'unico vantaggio che si può ottenere. Gli altri sono legati alla comodità: non occorre prendere un appuntamento ed incastrarlo tra i vari impegni che scandiscono le giornate e non si sta con le mani in mano durante il tempo di posa. Ecco che si può fare la tinta in casa quando ne abbiamo voglia e se ne ha la possibilità, anche la sera a mezzanotte per esempio! Inoltre si ottimizzano i tempi per andare e tornare dal salone di bellezza, a meno che non sia sotto o davanti casa! Ed ancora, come accennato, farsi il colore da sola ai capelli, consente di svolgere altre attività più o meno importanti nel frattempo.


Come per tutte le cose comunque è bene sapere dove e come mettere le mani, oltre che conoscere i trucchi per un risultato più che soddisfacente. Ciò che è importante è sicuramente scegliere la nuance più idonea per la propria tonalità di capelli e per l'obiettivo perseguito: copertura della ricrescita? Rivitalizzazione dello stesso colore? Cambio totale e radicale del colore? Si tratta di obiettivi ben diversi che hanno dunque gradi di difficoltà differenti. Per questo si suggerisce o di farsi consigliare da un esperto, che può essere un rivenditore, oppure di spendere del tempo a leggere le confezioni ed eventualmente a cercare informazioni in merito online.


Ed importante è poi applicare correttamente la tinta per i capelli e dividere in modo adeguato le ciocche, cose che andremo a vedere nel dettaglio qui di seguito.


Materiale occorrente
- Guanti monouso
- Crema viso
- Pennello
- Ciotola
- Mantella o asciugamani
- Pellicola


1) Prova: se è la prima volta che si fa il colore in casa il consiglio è quello di eseguire una prova del prodotto su una ciocca minuscola, magari una vicino all'orecchio che non si vede. Questo serve per vedere sia il risultato, ma anche capire se il prodotto viene ben tollerato dalla cute per scongiurare reazioni allergiche. Se si hanno allergie a sostanze particolari è sempre bene controllare la lista degli ingredienti delle tinte per capelli. In quanto invece al risultato, se si ha paura di fare danni e commettere errori, le prime volte si può ricorrere alle tinte semipermanenti, vale a dire quelle che scaricano il colore lavaggio dopo lavaggio. In questo modo è facile ricorrere agli eventuali rimedi.


2) Protezione: oltre ad indossare dei guanti usa e getta e coprirsi con una vecchia mantella o dei vecchi asciugamani per evitare di macchiare, è bene applicare della normale crema viso all'attaccatura dei capelli. La nuca, la parte alta della fronte e la zona dietro le orecchie vanno quindi cosparse di crema per evitare che ci vada a finire la colorazione.


3) Spazzola i capelli e dividili in ciocche: quest'ultima operazione si rende necessaria esclusivamente per i tagli lunghi, per i tagli molto corti non è importante la suddivisione della chioma in quanto l'applicazione della tinta è più semplice. Il numero di ciocche è 4: fai una riga centrale e separa la chioma in 2, poi risepara ciascuna ciocca a metà, all'altezza delle orecchie circa. Quindi tieni solo una ciocca libera ed alza le altre formando 3 piccoli chignon con delle mollette o pinze.


4) Radici: se non devi colorare tutta la lunghezza dei capelli, parti bene dall'attaccatura dei capelli e copri le radici fin dove trovi la ricrescita. Fai attenzione a non applicare la tinta laddove non vi è la ricrescita. Se invece devi colorare tutta la testa, il consiglio è di partire da circa un centimetro dalle radici perché il colore sull'attaccatura della testa ha come un minor tempo di posa in quanto risente del calore della testa. Quindi semmai occupati della radice alla fine. Dopodiché, in ogni caso, avvolgi tutta la chioma nella pellicola da cucina ed aspetta i tempi di posa.


5) Risciacqua: passato il tempo indicato nella confezione della tinta, lavare i capelli e sciacquarli bene finché l'acqua non viene pulita. Dopo lo shampoo mettere anche una crema nutriente sulla chioma da tenere un paio di minuti, quindi sciacquare anch'essa e passare all'asciugatura.

2
100%
0
0%
Condividi su Facebook
Tag: Capelli  


Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Cont@tti | Privacy | Segnala abusi
Genio su Facebook