Un weekend ad Amsterdam

La capitale dell'Olanda non è grandissima, ma non le manca niente: le case di mattoni, i graziosi ponti sui tranquilli canali attribuiscono alla città un fascino da borgo. Scoprite cosa vale la pena di visitare in un weekend ad Amsterdam.

Gruppi e Tags: CittaEuropa

 Ricerca in tutti gli Articoli
   TOP 8 - Più letti della categoria Viaggi
Un weekend ad AmsterdamCase a mattoncini, corsi d'acqua tranquilli, biciclette, tulipani: queste le caratteristiche peculiari della capitale dell'Olanda, Amsterdam, che vale la pena di visitare almeno una volta nella vita.
L'aeroporto principale, Schipol, dista solo 20 km dalla città e durante il viaggio ad Amsterdam non servono pressoché altri mezzi di trasporto. La città è abbastanza piccola da essere girata a piedi, o ancor meglio in sella a una bicicletta come usano fare i suoi cittadini: noleggiarne una costa circa dai 10 ai 15 euro al giorno.
Un po' come Venezia, Amsterdam vive dei suoi canali: ospita infatti l'unico mercato dei fiori galleggiante, il Bloemenmarkt, e per provare un'esperienza sicuramente tipica vi consigliamo di pernottare in una houseboat. Privati e non solo offrono infatti alloggi lungo i canali, dotati di ogni comfort e dai prezzi in linea con gli hotel tradizionali sulla terraferma.
Un'altra idea per apprezzare questi corsi d'acqua olandesi è fare un tour in traghetto o fare una crociera in notturna con cena; numerose sono le compagnie che offrono questo tipo di servizio: il tour dura dalle due alle tre ore e ha un prezzo medio di 80 euro a persona.
Per visitare tutta la città tre o quattro giorni sono sufficienti e vi proponiamo adesso un itinerario che tocca le principali attrazioni e musei di Amsterdam:
Primo giorno: all'aperto
Ci sono molti musei ad Amsterdam ma invece che stare in luoghi chiusi il primo giorno di viaggio è preferibile stare all'aria aperta e fare lunghe passeggiate per avere subito un'impressione della città. Uno dei posti più gettonati è il Vondelpark dove gli abitanti si ritrovano per fare pic nic, passeggiate o jogging, ma meritano una visita anche i campi di tulipani di Keukenhof, raggiungibili in mezz'ora di treno. Essi si trovano infatti vicino ad Haarlem e sono spettacolari: 35 ettari di fiori colorati!
Secondo giorno: i musei
In un viaggio ad Amsterdam una tappa fondamentale è sicuramente quella dei musei, tra questi i principali sono il Rijksmuseum che ospita il famoso dipinto “Ronda di notte” di Rembrandt, uno degli ultimi prima del declino professionale dell'artista, il museo Van Gogh contenente “Campo di grano con corvi” e tante altre grandi opere del pittore, il museo di Anne Frank Nessuno di questi è gratuito, anzi i prezzi superano tutti i 10 euro, ma non visitarli sarebbe un peccato, soprattutto quello di Anne Frank: trattasi infatti proprio del rifugio segreto dove lei e la sua famiglia si rifugiarono e dal quale scrisse le sue memorabili testimonianze.
Terzo giorno: i quartieri
Da non perdere Jordaan, località che ha dato i natali a Rembrandt e i cosiddetti “Caffè marroni”, passeggiate poi per l'altrettanto famoso Red Lights District e fate un giro in bicicletta lungo la cintura dei canali.

   Link sponsorizzati

   Contenuti simili o correlati
   Condividi - Link articolo (Clicca il link e seleziona Copia)
Data articolo: 04/10/2013
© Adv Solutions Srl - Vietata la riproduzione

Caffè news PaginaInizio
© Caffè Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Caffè | Video | Cont@tti
PaginaInizio su Facebook