Dove è nato il croissant?
Ti trovi in » Società

Il croissant è un prodotto dolciario nato in Austria con il nome Kipferl Il kipferl è a forma di mezzaluna per ricordare la vittoria sui turchi
Anche se molti di voi penseranno alla Francia, questo noto dolce, che accompagna molte prime colazioni in tutto il mondo, ha origini diverse.
La parola “croissant” è indubbiamente francese, ma l'idea e la ricetta originale di questo prodotto dolciario arrivano dall'Austria, precisamente da Vienna dove è stato inventato nel 1683.

Nel 1529 gli ottomani provarono ad invadere la capitale austriaca, ma non vi riuscirono e nel 1683 la loro disfatta si ripetette. I turchi, per eludere le mura della città di Vienna, decisero di scavare dei tunnel sotterranei durante la notte, ma il loro tentativo ebbe vita breve. Il loro piano venne scoperto dai fornai, in quanto anch'essi lavorano di notte, e ben presto venne dato l'allarme e fermato il loro assalto.

La fuga del nemico fu una grande liberazione per tutto il paese e su richiesta di Giovanni III di Polonia, re che aiutò l'imperatore Leopoldo I a sconfiggere gli ottomani, venne creato un dolce per festeggiare la vittoria. Della sua realizzazione si occupò un fornaio chiamato Vendler, il quale mise insieme farina, acqua, uova, burro, zucchero e lievito, lavorò gli ingredienti per creare un composto omogeneo e gli dette infine una forma a mezzaluna, come quella presente nella bandiera turca.
Il 12 settembre 1863 nacque così il kipferl, quel che noi conosciamo semplicemente come cornetto e rappresentò un grande successo. In poco tempo divenne l'alimento abituale per la prima colazione e venne portato anche in Italia, grazie ai rapporti commerciali che la Serenissima di Venezia aveva con Vienna.

In Francia invece arrivò quasi un secolo dopo, vale a dire a partire dal 1770, anno in cui Maria Antonietta d'Austria convolò a nozze con Luigi XVI. E' accreditata l'idea che la regina avesse richiesto la sua colazione tipica e così in un primo periodo trovava sempre i kipferl, che vennero poi sostituiti dalla variante francese chiamata croissant, che significa “crescente” e si riferisce alla mezzaluna, nome con il quale l'austriaco Vendler battezzò il suo dolce. Kipferl vuol dire infatti mezzaluna.

I francesi si specializzarono con questo prodotto e oltre ad utilizzare la pasta sfoglia rispetto alla ricetta originale, aggiunsero burro in abbondanza. Ancora oggi la particolarità dei croissant è la grande quantità di burro, che viene messa su ogni strato di sfoglia.

5
100%
0
0%
Condividi su Facebook
Tag: Croissant  


Licenza foto #1 Il croissant è un prodotto dolciario ...: Pubblico Dominio
Licenza foto #2 Il kipferl è a forma di mezzaluna per ...: Hutschi CC BY-SA 3.0 foto modificata
Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Cont@tti | Segnala abusi
Genio su Facebook