Perché il volante delle auto si chiama così?
Ti trovi in » Trasporti » Auto

Da piccoli viviamo tutti il periodo del “perché” in cui si fanno domande infinite sul perché delle cose, di un nome, di un'azione e di qualsiasi altra cosa; poi crescendo si apprende senza interrogarsi molto sulle motivazioni che stanno dietro a qualcosa...e a tal proposito vi chiediamo: quanti di voi hanno mai fatto caso alla parola “volante”?
Avete mai pensato che il volante dell'auto viene chiamato così ma in realtà non vola? Il perché di questa scelta non è del tutto chiaro, ma risale ovviamente al passato.

Essendo il volante una ruota con dei raggi, assomiglia a quelle che nella Francia del '300 venivano chiamate “volant”, cioè alle ruote dei mulini a vento; la parola deriva da “voler”, verbo che si traduce in italiano con “volare”. Nel '600 si cominciò ad usarla per indicare la maniglia con le razze che manovrava le valvole e poi anni dopo con la stessa parola si chiamò l'estremità del piantone che comanda lo sterzo.

Il sostantivo “volante” comparse nel dizionario italiano nel 1908, ma si ignora il passaggio, sia in Francia sia da noi in Italia, di come la parola sia passata ad indicare prima i mulini a vento e poi lo strumento di guida delle automobili.

4
80%
1
20%
Condividi su Facebook
Tag: Auto  Significati  


Licenza foto #1 : Car leasing made simple – CC BY 2.0 foto modificata
Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Segnala