Perché si dice Cin Cin nei brindisi?
Ti trovi in » Società » Costumi

Brindisi con due calici

Brindisi con due calici

In tutto il mondo, in occasione di feste importanti come il Natale e il Capodanno, ma anche per altre celebrazioni come i matrimoni, i battesimi, le lauree si è soliti fare un brindisi, cioè si portano in alto i calici pieni di una qualche bevanda, generalmente di gradazione alcolica, si fanno toccare tra di loro e si esprime un augurio. Il motto augurale che vige da noi in Italia è “Cin Cin, alla salute!”: le prime due parole hanno origini cinesi e vogliono dire “prego prego”.
La formula originale, quella cinese appunto, sarebbe “ch’ing ch’ing” e fu fatta propria dai marinai inglesi che iniziarono a usarla come saluto confidenziale. Arrivò quindi ben presto anche nei porti italiani questa variante inglese, “chin chin”, e si diffuse rapidamente in tutto lo stivale per la sua semplicità e il suono onomatopeico che sembra proprio riprodurre il rumore del tocco tra due bicchieri.

15
79%
4
21%
Condividi su Facebook
Tag: Costumi  Tradizioni  


Licenza foto #1 Brindisi con due calici: Al404 - CC BY-SA 2.0 foto modificata
Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Cont@tti | Segnala abusi
Genio su Facebook