Nelle valli di Machu Picchu

Una terra densa di storia e tradizioni quella del Perù, in cui fanno da cornice panorami strabilianti

Gruppi e Tags: AmericheCittaVacanze

 Ricerca in tutti gli Articoli
   TOP 8 - Più letti della categoria Viaggi
Nelle valli di Machu PicchuIl desiderio di scoprire nuovi luoghi e realtà è condiviso un po' da tutti e concedersi un viaggio in occasione di una celebrazione ricorrente consente di conoscere meglio le abitudini e tradizioni di un Paese... per esempio un paese latino, come il Perù.
A Cusco il 24 Giugno si festeggia l' Inti Raymi, la festa del sole: nel giorno del solstizio di primavera gli Inca usavano onorare il dio Sole sacrificando un lama per assicurarsi un raccolto abbondante per l'anno successivo.
Oggi il rito ha peculiarità maggiormente folcloristiche: per una settimana sembrano essere ininterrotti i festeggiamenti lungo le strade, la musica e gli spettacoli dal vivo. Per questo l'Inti Raymi ogni anno catalizza l'attenzione di molti turisti e visitatori, oltre alle popolazione natia.
Il Perù è una terra che offre panorami tanto mozzafiato quanto differenti, a partire dalla lunga costa alla giungla amazzonica, dalle città coloniali allo splendore delle Ande.
Oltre a visitare la capitale Lima e la città di Cusco, che ospita la festa del sole, molto interessante sarebbe trascorrere una settimana nella vicina Machu Picchu, dove sorgono le rovine più evocative dell'America del Sud.
Machu Picchu si presenta come una città movimentata e pittoresca con una grande varietà di colori, strade acciottolate, mercati, musei e caffè dove ristorarsi e ordinare le principali specialità locali, il “cui” e il “quinoa”, che sono rispettivamente il porcellino d'india e il grano.
Molto movimento si ritrova anche nella conca tra le Ande dove sorge la maestosa fortificazione inca già menzionata: uno straordinario lavoro in pietra che, non visibile dalla valle sottostante, nel 500 fu risparmiato dalle incursioni dei Conquistadores. Visitare queste rovine è un'esperienza mistica ed emozionante.
Sicuramente adrenalinico è invece raggiungere la vetta del Wayna Picchu, che regala un panorama da brividi. A proposito di brividi, questo percorso è sconsigliato a chi soffre di vertigini o viaggia con bambini in quanto l'ascesa è insidiosa.
Diario di viaggio
Arrivando a Lima di sera è opportuno riposare per affrontare al meglio il volo verso Cusco dell'indomani. Ed è bene altresì, una volta atterrati, non affaticarsi troppo: il consiglio è di girovagare tra le strade e i mercati.
Il terzo giorno merita visitare Pisaq, nella Vallata Sacra e se è un martedì, giovedì o domenica ancora meglio: ad accogliervi ci sarà anche un bel mercato di tessuti.
La tappa del quarto giorno è Aguas Calientes, dove è possibile attraversare il Sentiero degli Inca e numerose altre rovine, tutte accessibili solamente a piedi.
Il quinto giorno va dedicato esclusivamente a Machu Picchu: alzatevi di buon'ora, le rovine sono magiche all'alba e i cieli sono generalmente più limpidi rispetto al pomeriggio.
Il sesto giorno esplorate Cusco, rilassandovi in qualche bar o partecipando a una delle numerose escursioni della città, come il rafting sul fiume Urubamba.
Come arrivare e come spostarsi
Per arrivare a Cusco non ci sono voli diretti, occorre fare scalo a Lima.
Dall'Italia ci sono voli per Lima con partenza da Milano e Roma.
Per raggiungere Cusco va preso un volo interno Lima- Cusco e per arrivare a Machu Picchu e Aguas Calientas ci sono treni e autobus.
   Link sponsorizzati

   Contenuti simili o correlati
   Condividi - Link articolo (Clicca il link e seleziona Copia)
Data articolo: 09/06/2012
© Adv Solutions Srl - Vietata la riproduzione

Caffè news PaginaInizio
© Caffè Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Caffè | Video | Cont@tti
PaginaInizio su Facebook