Con il ritorno delle guerra del Duemila è il ritorno della paura. Il potere si rivela debole. Il mio comandante, in Russia, si metteva sull’attenti davanti a ogni morto: amico o nemico, militare o civile. Spesso piangeva. Oggi invece ci sono morti che contano e altri che lasciano indifferenti. Il cuore della guerra, dopo l’ 11 settembre, sta qui: per battere la paura, o il terrorismo, dobbiamo riconsiderare i morti alla pari. Il mondo cambia se ci si mette sull’attenti davanti ad ogni caduto
Tratta da: Intervista a 'La Repubblica' del 15/12/2003 Mario Rigoni Stern  
VOTA questa frase
0
50%
0
50%
Condividi su Facebook
Informazioni sulla frase
Questa frase è stata visualizzata 169 volte.
E' lunga 496 caratteri.

La scheda dell'autore: Mario Rigoni Stern
Mario Rigoni Stern, Scrittore
Nascita: Asiago (Veneto) il 1/11/1921+ Età e Segno

Mario Rigoni Stern è stato un militare e scrittore italiano. Il suo romanzo più noto è Il sergente nella neve , un'autobiografia della ritirata di Russia. Legatissimo alla sua terra, l'altopiano di Asiago, era .. Continua »

Altre frasi di Mario Rigoni Stern     Altre frasi Guerra_pace

Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Per Webmaster