Come concimare al meglio l'erba del giardino?
Ti trovi in » Hobby » Giardinaggio

Concimi e fertilizzanti aiutano a mantenere il vostro giardino gradevole ed uniforme

Concimi e fertilizzanti aiutano a mantenere il vostro giardino gradevole ed uniforme

L’erba coltivata a scopo ornamentale è un fattore qualificante e gratificante per le abitazioni che hanno il giardino, tuttavia la sua cura per mantenerne l'aspetto gradevole ed uniforme nel tempo, richiede concime per tutta la durata della sua vita vegetativa, a partire dalla primavera.
Appena finito l'inverno bisogna fertilizzare il manto erboso, perché da una buona concimazione dipende la ripresa dell’erba dopo il letargo invernale.
Fino al mese di settembre, il fabbisogno rimane inalterato perché tagliando l'erba, il materiale vegetale tagliato asporta diversi chili di sostanza organica da ogni metro quadrato.
Questa sostanza organica è ricavata degli elementi nutritivi contenuti nel suolo ed è indispensabile restituire al terreno ciò che avete prelevato. Inoltre le sostanze chimiche nel suolo vengono ridotte dalle precipitazioni che le trascinano verso il basso oltre le radici.

I tipi di concime
Per la concimazione, si usano solitamente i concimi a effetto immediato, il fertilizzante (azoto nitrico) ad assorbimento fogliare dimostra in brevissimo tempo la sua efficacia, rinverdendo il tappeto erboso.
Questi concimi però hanno una durata limitata, costringendo a interventi frequenti. L’impiego è indicato per superfici medio-piccole e per prati su terreni duri, dove le radici dell’erba stentano a penetrare in profondità.

I prodotti a lenta cessione sono invece in grado di assicurare alle piante le sostanze nutritive per tutta l’annata, e i relativi quantitativi necessari, potete acquistare una confezione più grande e proporzionalmente meno costosa. Dovrete però conservarla in un ambiente poco illuminato e asciutto, e utilizzare il materiale entro un anno per conservare attivi tutti i suoi valori nutritivi, soprattutto se si tratta di sostanza a matrice organica.


Quando e come effettuare la concimazione
Una distribuzione regolare avviene ogni 3/4 mesi, e consente di ridurre il numero di distribuzioni a quattro (febbraio, aprile, giugno, settembre) nell’arco dell’anno, con un sensibile risparmio di tempo.
Se compiete l’operazione di concimazione a mano o con lo spandiconcime, dovrete camminare mantenendo un passo costante; altrettanto moderata deve essere la velocità in caso di utilizzo di un mezzo motorizzato specifico per la concimazione.
I fertilizzanti per tappeto erboso si presentano sotto forma granulare. La distribuzione deve essere il più possibile uniforme su tutta la superficie, per evitare di lasciare aree non concimate o punti bruciati da una eccessiva concentrazione.

I prodotti a pronto effetto vanno invece distribuiti in forma liquida ed i granuli sono sciolti in acqua, distribuendo la miscela con una pompa a spalla, l'ugello deve essere tarato per avere un buona nebulizzazione. Ricordate di mandare la pompa mentre camminate, tenendo la lancia verso l’alto per consentire al getto di espandersi oltre il dovuto durante la ricaduta. Infatti se la lancia viene indirizzata verso il basso, la distanza ravvicinata fa cadere verticalmente il getto, con poca efficacia e nebulizzazione.

1
100%
0
0%
Condividi su Facebook
Tag: Giardinaggio  


Licenza foto #1 Concimi e fertilizzanti aiutano a ...: Pubblico dominio







Come inviare files pesanti tramite email?











Come fotografare l'eclissi di sole?








Quali sono le auto più famose dei film e delle serie tv?




Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


Genio PaginaInizio.com

© Adv Solutions SRL 
(Online dal 2005)

Home Genio | Argomenti