Come si gioca a Scopa?
Ti trovi in » Hobby » Giochi

Quando si parla di giochi di carte, uno dei primi a cui si rivolge il pensiero è senz'altro la scopa.
La scopa è un vero e proprio 'must' nella tradizione italiana, un gioco molto amato dalle fasce di popolazione che ha abbondantemente superato gli 'anta', ma tutt'altro che superato, basti pensare che oggi in tanti giovani e meno giovani si dilettano al gioco della scopa online in portali come Digital Moka.
La scopa è un gioco molto semplice, gli aspetti da considerare per disputare una partita non sono affatto numerosi; non esitiamo, dunque, e spieghiamo nel dettaglio come si può giocare a scopa.

Come inizia una partita di scopa
Anzitutto, va detto che la scopa si gioca con il classico mazzo di carte italiane da 40 pezzi divise in 4 semi, ovvero coppe, bastoni, denari e spade.
La scopa si gioca in due, e la partita parte con la distribuzione delle carte: 3 per ogni giocatore, le quali devono restare assolutamente 'segrete', e 4 posizionate al centro rigorosamente scoperte.
I giocatori si alternano nel giocare le loro carte e il loro obiettivo è quello di prenderne il più possibile, ma in che modo?

Come possono essere 'prese' le carte
Ogni carta può prendere una carta di pari valore, ma non solo, perché una carta può prendere anche più carte, a condizione che quest'ultime abbiano nel loro complesso il medesimo valore.
Per essere più chiari, facciamo un esempio: se si possiede un otto, con il medesimo si potrà prendere un altro otto, oppure due carte, come potrebbero essere un 5 ed un 3.

Come si fa una 'scopa'
Abbiamo detto che l'obiettivo del giocatore dev'essere quello di prendere più carte possibili, ma non è l'unico: è particolarmente appetibile infatti, per il punteggio, riuscire a fare 'scopa'.
La scopa è sostanzialmente quella presa di carte che ripulisce il tavolo, ovvero quella con cui si prendono tutte le carte presenti sul medesimo, a prescindere da quale sia il loro numero.
Se al centro del tavolo c'è soltanto un 2, ad esempio, avendo un 2 si può fare scopa, ma lo stesso vale se sul tavolo vi sono un 6 ed un 4 e si ha un 10.
Quando il giocatore fa scopa, la carta con cui è riuscito a 'pulire' il tavolo verrà posta accanto al mazzo delle carte prese, rigorosamente scoperta.

Ulteriori aspetti che influiscono sul punteggio
Al termine della partita, ogni scopa viene conteggiata un punto, aver totalizzato il maggior numero di carte vale allo stesso modo un punto, inoltre vi sono degli ulteriori criteri che contribuiscono al punteggio. Quali?
Anzitutto, bisogna considerare la 'settanta': il giocatore che ha il maggior numero di 7 si assicura un punto, inoltre chi è riuscito a prendere il 'settebello', ovvero il 7 di denari, se ne assicura uno ulteriore.
Un ulteriore punto, infine, viene assegnato al giocatore che si assicura i 'denari', ovvero il più alto numero di carte appartenenti al seme dei denari.

Quando è vinta una sfida a scopa
Di regola, vince la sfida a scopa il giocatore che riesce a raggiungere per primo il punteggio di 11, o comunque il punteggio più alto, nel caso in cui tale punteggio sia raggiunto da entrambi i contendenti.
Per concludere una sfida di scopa, dunque, può essere necessario un numero di partite variabile: nel caso in cui un giocatore sia particolarmente fortunato e riesca ad assicurarsi in un'unica partita diversi punti, associati anche a un alto numero di scope, potrebbe anche accadere che la sfida si concluda in una sola partita, anche se ciò è piuttosto raro.

2
100%
0
0%
Condividi su Facebook
Tag: Giochi  


Licenza foto #1 : Pubblico dominio
Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Segnala