Guardare la TV da vicino fa male?
Ti trovi in » Salute » Occhi

Gli schermi moderni sono sicuri e non emettono radiazioni, tuttavia esiste una distanza consigliata

Gli schermi moderni sono sicuri e non emettono radiazioni, tuttavia esiste una distanza consigliata

Negli anni '70 molti medici evidenziarono i pericoli connessi alle radiazioni emesse dai televisori. Gli apparecchi a tubo catodico di allora infatti emettevano una piccola quantità di raggi X oltre ad un debole campo elettromagnetico e starci troppo vicino avrebbe potuto portare nel tempo non
pochi problemi, questo valeva anche per i vecchi monitor dei Computer, che infatti erano schermati in modo massiccio visto che l'utilizzatore li usava da una distanza ravvicinata. Da allora si è diffusa la convinzione che stare troppo vicini alla televisione fosse dannoso e per molti è ancora valida, ma in realtà con i televisori (ed i monitor) attuali non si corre più nessun rischio rilevante e questo mito deve essere sfatato. Infatti oggi i televisori a tecnologia Plasma, Led o Lcd non emettono più alcuna radiazione dannosa, oltre a consumare molta meno energia.
Uno studio specifico diretto dal Dipartimento di oftalmologia della Gyeongsang National University Hospital in Corea del Sud ha tuttavia confermato che le TV attuali non sono dannose per la vista, specificando tuttavia che stare troppo vicini allo schermo può affaticare gli occhi.

A quale distanza bisogna guardare la TV?

Anche se non sussistono pericoli diretti e rilevanti, è quindi possibile che la visione prolungata della TV da una distanza ravvicinata possa generare affaticamento visivo. L'affaticamento degli occhi, o astenopia, è infatti provocato dallo sforzo prolungato del muscolo ciliare per mettere a fuoco un oggetto vicino e può avere come conseguenze dolore agli occhi, mal di testa e occasionalmente visione offuscata e doppia. Anche sbattere le palpebre meno del necessario può affaticare gli occhi. Infatti quando sbattiamo le palpebre, rinfreschiamo e lubrifichiamo i bulbi oculari, e non a caso lo facciamo in media 18 volte al minuto in modo inconsapevole. Alcuni studi hanno dimostrato che questa frequenza si riduce molto mentre guardiamo la TV o usiamo il PC, con il rischio di avere occhi secchi e stanchi.
Per ridurre l'affaticamento alcuni oculisti consigliano di stare ad almeno 3 metri dallo schermo; altri di stare a una distanza pari a 5 volte la diagonale dello schermo, quindi per un televisore da 40 pollici la distanza sarebbe di 200 pollici, ovvero circa 5 metri, per lo stesso ragionamento la distanza ideale per un televisore da 32 pollici è invece di 4 metri.
Se desiderate fare ulteriori calcoli in base alla diagonale in pollici del vostro televisore, potete utilizzare il nostro convertitore da pollici a centimetri.

2
100%
0
0%
Condividi su Facebook
Tag: Occhi  Televisione  Computer  


Licenza foto #1 Gli schermi moderni sono sicuri e non ...: Pubblico dominio
Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio - Adv Solutions SRL 
(Siamo online dal 2005)

Home Genio | Segnalazioni