Perché i lottatori di sumo sono corpulenti?
Ti trovi in » Sport

Ad ogni disciplina sportiva corrisponde una certa fisicità degli atleti, che quasi sempre rappresenta una sorta di regola non scritta. Per esempio non capiterà mai di vedere una ballerina di danza classica sovrappeso, né tanto meno di assistere ad un incontro di sumo con un lottatore esile.
La prerogativa di questo sport nazionale giapponese è infatti la robustezza, i sumatori devono essere corpulenti in quanto devono usare il loro corpo per spingere l'avversario fuori dal tappeto, il dohyo. Quindi, maggiore è la loro massa e maggiori sono le loro probabilità di vittoria.

Il sumo è una lotta a due e prevede l'atterrarsi reciproco partendo da una posizione abbassata, con le gambe aperte e piegate; quindi, i lottatori si spingono da questa posizione accovacciata e il loro centro di gravità diventa l'addome, che non è fatto esclusivamente di grasso così come potrebbe sembrare. I sumatori vestono degli abiti XXXL, ma sono molto forti! La loro percentuale di grasso è dell'11%, inferiore rispetto a quella di un individuo normale che si aggira su un valore pari al 13%.

Solitamente gli aspiranti sumatori partono da 90 kg di peso ed arrivano poi a pesare sui 150 kg o più; più riescono ad irrobustirsi, più fanno carriera. Si pensi infatti che i rikishi, cioè i lottatori di sumo professionisti, raggiungono anche 280 kg di peso!

5
100%
0
0%
Condividi su Facebook
Tag e gruppi: Sumo  Lotta  


Licenza foto #1 : Alex - CC BY 2.0 foto modificata
Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Domande nuove | Cont@tti | Segnala abusi
Genio su Facebook