Perché Valentino Rossi si faceva chiamare Rossifumi?
Ti trovi in » Sport » Moto

Oggi è "The Doctor", il Dottore e quando si vede il numero 46 si pensa sempre a lui, Valentino Rossi, il pilota che ha realizzato l'impossibile, o quasi. Ha vinto 5 Motomondiali di seguito ed ha trionfato in 4 classi diverse, in 125, 250, 500 e Moto GP.

La sua è una passione nata quando era bambino, ereditata dal padre, anch'egli pilota. Nel 1979, anno in cui Valentino è nato, Graziano Rossi correva in 250 cc con il numero 46 e vinse il suo primo Gran Premio, numero scelto anche da un altro pilota, Norifumi Abe, di origini giapponesi. Valentino Rossi sviluppò una vera e propria passione nei confronti di questo motociclista che a 18 anni, nel 1994, arrivò ad ottenere la "wild card" nella gara della classe 500 al GP del Giappone. Detto in altre parole, Norifumi Abe ebbe l'autorizzazione a partecipare nonostante non fosse iscritto come pilota ufficiale nel Mondiale. In tal occasione l'idolo di Valentino Rossi non tagliò il traguardo per primo, ma fece un esordio spettacolare che non passò inosservato.

E proprio perché questo pilota ha rappresentato il suo mito, agli esordi Valentino si è fatto chiamare Rossifumi e nel 2008, quando ha vinto il Mondiale in Giappone ha dedicato il suo trionfo ad Abi, scomparso l'anno precedente in seguito ad un incidente stradale.
Il nomignolo "The Doctor" che Vale ha ancora oggi gli è stato dato nel 2005 quando l'Università di Urbino gli ha conferito la laurea ad honorem in Comunicazione.

0
50%
0
50%
Condividi su Facebook
Tag e gruppi: Moto  


Licenza foto #1 : Pubblico dominio
Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Domande nuove | Cont@tti | Segnala abusi
Genio su Facebook