Quando chiamavo mia madre le dicevo che stavo bene, di non preoccuparsi, ma poi chiamavo la nonna e le confidavo che era dura, trattenendo a fatica le lacrime. Allora lei mi implorava di tornare. Quando me lo diceva, non riuscivo più a controllarmi e piangevo, mentre la nonna ripeteva il mio nome al telefono. “Giacomo, Giacomo, Giacomo, non fare così.” Smettevo di piangere e le dicevo che le volevo bene e allora iniziava a piangere lei.
Tratta da: Il giorno in più - Mondadori Fabio Volo  
VOTA questa frase
1
100%
0
0%
Condividi su Facebook
Informazioni sulla frase
Questa frase è stata visualizzata 2007 volte.
E' stata votata 1 volta.
E' lunga 440 caratteri.

La scheda dell'autore: Fabio Volo
Fabio Volo, Attore, scrittore, sceneggiatore e doppiatore
Nascita: Calcinate (Bergamo) il 23/6/1972+ Età e Segno

Il piemontese Fabio Bonetti inizia la sua carriera, difficile a immaginarsi, nella panetteria del padre. Esordisce nel mondo dello spettacolo lavorando come speaker per Radio Capital dove il suo talento come improvvisatore comincia a prendere forma. Nel '97 si cimenta per la prima volta nella conduzione televisiva di "Svègliati, per .. Continua »
Film con Fabio Volo:

Altre frasi di Fabio Volo     Altre frasi Famiglia (Licenza foto: Mauro Edmundo Pedretti - CC BY-SA 2.0)

Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Per Webmaster