Foto di vasilij kandinskij
Frasi di Vasilij Kandinskij
La scheda di Vasilij Kandinskij
Pittore russo
Nascita: Mosca il 4/12/1866data morte il 13/12/1944
Nonostante sia il più noto precursore dell'astrattismo, la formazione iniziale di Kandinskij avviene a Mosca dove ottiene una laurea in giurisprudenza. Rifiuta una cattedra all'università per dedicarsi alla pittura e alla musica. Nel 1896, il desiderio di approfondire i suoi studi lo spinge a trasferirsi in Germania, città in cui l'arte stava assumendo nuove forme e significati. Durante gli anni trascorsi a Monaco fonda due associazioni artistiche e viene fortemente influenzato dalla dilagante corrente espressionista che lo porta, tempo dopo, a maturare l'avvicinamento alla pittura astratta. Con la pubblicazione, nel 1910, del testo che riassume il suo concetto di arte, ovvero, “Lo spirituale nell'arte”, si apre per Kandinskij il periodo più prolifico della sua carriera. Quattro anni dopo fonda in Russia l'istituto per la Cultura Pittorica e l'Accademia di scienze artistiche, rientrando poi definitivamente in Germania. A Weimar, Walter Gropius lo invita alla Bauhaus, la scuola d'arte applicata che ha segnato una svolta fondamentale nella sua produzione artistica, dove insegna fino al 1933. Trascorre gli ultimi anni in Francia, a Parigi.
Condividi su Facebook
La più letta di “Vasilij kandinskij”
Lo spettatore è troppo abituato a cercare un “senso”, cioè un rapporto esteriore fra le parti del quadro. La nostra epoca, materialista nella vita e quindi nell'arte, ha prodotto uno spettatore e specialmente un “amatore” che non sa porsi semplicemente di fronte a un quadro e nel quadro cerca tutto il possibile (l'imitazione della natura, la natura interpretata dalla psicologia dell'artista, l'atmosfera immediata, l'anatomia, la prospettiva, l'atmosfera esteriore) ma non cerca la vita interiore, non lascia che il quadro agisca su di lui.
Vasilij Kandinskij  

Come un nulla senza possibilità, un nulla morto dopo la morte del sole, come un silenzio eterno senza avvenire, risuona interiormente il nero.
Vasilij Kandinskij   Inserita: 13/12/2014

La vera opera d’arte nasce in modo misterioso, enigmatico, mistico “dall’artista”. Separatasi da lui, acquista una vita autonoma, una personalità, diventa un soggetto indipendente, che ha un proprio respiro naturale e che conduce anche una vita materiale reale, un essere.
Vasilij Kandinskij   Inserita: 12/02/2014 Tratta da: Lo spirituale nell'arte - Feltrinelli

Il punto geometrico è il più alto e assolutamente l’unico legame fra silenzio e parola. Esso appartiene al linguaggio e significa silenzio. E' un’entità invisibile, immateriale.
Vasilij Kandinskij   Tratta da: Punto, linea, superficie - Adelphi 

Poiché però tutto ciò che è esteriore racchiude in sé, inevitabilmente, anche un'interiorità (che viene in luce con maggiore o minor forza), così anche ogni forma ha un contenuto interiore. La forma è dunque l'esteriorizzazione del contenuto interiore.
Vasilij Kandinskij   Tratta da: Lo spirituale nell'arte - Feltrinelli 

É lo spirito che determina la materia.. Così a poco a poco, il mondo dell'arte si è distinto dentro di me dal mondo della natura, sinché, alla fine, entrambi hanno acquistato una totale indipendenza l’uno dall'altro.
Vasilij Kandinskij   Tratta da: Punto, linea, superficie - Adelphi 

Il cerchio, che utilizzo così tanto nel'ultimo periodo, a volte può essere definito nient'altro che romantico. Il romanticismo futuro è davvero profondo, bello, significativo, e rende felici, è un pezzo di ghiaccio in cui brucia una fiamma.
Vasilij Kandinskij   

Mi sembrava che l'anima viva dei colori emettesse un richiamo musicale, quando l'inflessibile volontà del pennello strappava loro una parte di vita.
Vasilij Kandinskij   

Ogni opera d’arte è figlia del suo tempo, e spesso è madre dei nostri sentimenti.
Vasilij Kandinskij   Tratta da: Lo spirituale nell'arte - Feltrinelli 

La linea geometrica è un ente invisibile. Essa è la traccia lasciata dal punto in movimento, quindi un suo prodotto. Essa è sorta dal movimento – e precisamente attraverso l'annientamento della quiete suprema in sé conchiusa nel punto. Qui ha luogo il salto dalla staticità al dinamismo. La linea costituisce dunque la massima opposizione all'elemento pittorico primigenio – il punto. In senso stretto la linea può essere designata come un elemento secondario.
Vasilij Kandinskij   Tratta da: Punto, linea, superficie - Adelphi 

Il colore è un mezzo che consente di esercitare un influsso diretto sull'anima. Il colore è il tasto, l'occhio il martelletto, l'anima è il pianoforte dalle molte corde.
Vasilij Kandinskij   Tratta da: Tutti gli scritti - Feltrinelli 

A volte mi sembrava che il pennello, che con volontà inflessibile strappava frammenti a quest'organismo cromatico vivo, provocasse l'emissione di un suono musicale.
Vasilij Kandinskij   Tratta da: Tutti gli scritti - Feltrinelli 

L'arte oltrepassa i limiti nei quali il tempo vorrebbe comprimerla, e indica il contenuto del futuro.
Vasilij Kandinskij   

L'occhio aperto e l'orecchio vigile trasformeranno le più piccole scosse in grandi esperienze.
Vasilij Kandinskij   

 14 frasi di 'vasilij kandinskij' su 14 in archivio  (Licenza foto: Pubblico dominio)


Vincent
van
Gogh
Umberto
Boccioni

Ricerca
Parola, Autore, Film..

AUTORI per Tipo

Cinema (362)
Letteratura (188)
Musica (103)
Spettacolo (102)
Politica (86)
Sport (79)
Filosofia (67)
Religione (52)
Economia (51)
Arte (49)
Scienze (48)
Giornalismo (48)
Storia (40)
Varie (17)

+ Elenco Autori
+ Elenco Attori
+ Elenco Argomenti
+ Tutte le frasi

Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Barzellette | Webmaster frasi | Cont@tti
Frasi su Facebook