Chi fa i controlli del greepass e quali sono le multe
Ti trovi in » Salute » Coronavirus

Chi controlla il Greenpass? A chi è possibile segnalare le inosservanze?

Chi controlla il Greenpass? A chi è possibile segnalare le inosservanze?

Per contrastare la diffusione della pandemia da COvid-19, dal mesi di agosto 2021 in Italia è stata introdotta una Certificazione in formato digitale chiamata Greenpass (anche stampabile) che contiene un QR Code per verificarne autenticità e validità.
Come riportato sul sito ministeriale dedicato, la certificazione viene richiesta per accedere ai luoghi di lavoro ed a molte strutture pubbliche e private, ad esempio la certificazione verde COVID-19 è richiesta per i servizi di ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per il consumo al tavolo, spettacoli, musei, palestre, centri benessere, sale da ballo etc..
In seguito è stato introdotto anche il cosiddetto "Greenpass rafforzato" che ha una validità temporale circoscritta e riguarda solo alcune attività quali spettacoli, eventi sportivi, ristorazione al chiuso, feste, discoteche e cerimonie pubbliche. Questo certificato attesta la guarigione o l'avvenuta vaccinazione.
I ministero ha anche chiarito quali sono le multe e le sanzioni per chi non rispetta le disposizioni, in particolare chi accede comunque alle attività a lui vietate è prevista una multa che va dai 400,00€ ai 1.000,00€; le medesime sanzioni sono richieste alle attività che non controllano. Per l’esercente è prevista anche una sanzione accessoria: dopo 3 multe consecutive c’è il rischio concreto di sospensione dell’attività per 10 giorni.

Chi fa i controlli sul Greenpass?
Nelle attività in cui è previsto, i gestori devono controllare il possesso del Greenpass ai loro clienti. Il controllo incrociato con il documento di identità non è necessario, fatta eccezione per il caso in cui appaia manifesta l'incongruenza con i dati anagrafici contenuti nella certificazione.
Eventuali sanzioni agli esercenti ed ai loro clienti sono commissionate dalle forze dell'ordine. Sulla tematica dei controlli si è dibattuto molto è successivamente è intervenuto il ministero con alcune circolari specifiche, in seguito sono giunte notizie di svariate sanzioni emanate a clienti ed esercenti, in tutto il paese.
Nelle aziende, sono invece i datori di lavoro che definiscono le modalità operative per le verifiche ed i controlli, anche a campione, prevedendo prioritariamente che tali controlli siano effettuati al momento dell’accesso ai luoghi di lavoro. Nel caso in cui il lavoratore acceda al luogo di lavoro senza green pass, il datore di lavoro dovrà effettuare una segnalazione alla Prefettura che applicherà eventuali sanzioni.

Non mi chiedono il Greenpass, a chi posso fare la segnalazione?
Per comportamenti scorretti in riferimento al Greepass l'ufficio preposto a cui inviare eventuali segnalazioni è quello di "Servizi di prevenzione, igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro" del vostro comune di riferimento. Tuttavia è anche possibile contattare i numeri di emergenza (112 o 113) per segnalare le anomalie riscontrate. Infatti, notoriamente, sono proprio le forze dell'ordine che emettono eventuali sanzioni nel corso dei controlli di prevenzione.
All'interno delle singole aziende, eventuali segnalazioni possono essere inoltrate al Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP).

11
100%
0
0%
Condividi su Facebook
Tag: Coronavirus  Igiene  


Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Segnala