Come si fa il nodo alla cravatta?
Ti trovi in » Look

Secondo alcune statistiche, una parte consistente dell'universo maschile non sa come fare il nodo alla cravatta e si fa aiutare al momento del bisogno, altri ignorano l'esistenza di diversi stili e tecniche per questa operazione. In questa sezione vi spiegheremo i tre nodi più famosi, partendo da quello classico, nonché quello più semplice da realizzare, adatto alle occasioni non troppo formali.
Per agevolarvi nella comprensione della guida, chiariamo fin da ora che con il termine gamba ci riferiremo all'estremità più larga della cravatta e con gambetta a quella più stretta. Per cominciare quindi dovrete tenere la gamba della cravatta sulla parte destra e la gambetta, la parte più sottile, sulla sinistra.

Passaggi per fare il nodo classico alla cravatta
Nodo four-in-hand, anche noto come nodo semplice

1) Incrociare la gamba sulla gambetta e fare in modo che scivoli al di sotto di questa;
2) mettere l'indice all'interno del nodo e far passare la gamba sotto la cravatta partendo dal basso e arrivando in alto;
3) togliere il dito e far scivolare la parte più larga della cravatta all'interno dell'anello; tenere quindi ferma la gambetta e tirare un poco l'altra estremità al fine di stringere l'anello;
4) far risalire il nodo in alto, all'altezza dell'ultimo bottone della camicia.

Passaggi per fare il nodo Windsor
Nodo Windsor, anche detto nodo Scappino, in ricordo del sarto della famiglia Savoia, Domenico Scappino, a cui si attribuisce la paternità di questo nodo che si realizza in otto passaggi.

1) Incrociare la gamba sulla gambetta e, tenendo fermo l'incrocio, far risalire la gamba sotto la cravatta e piegarla per formare un anello;
2) spostare la gamba in modo da posizionarla sotto l'incrocio e facendo nuovamente salire la gamba sopra la cravatta formare un altro anello;
3) passare la gamba sotto la gambetta in senso orizzontale;
4) passare ora la gamba sotto la cravatta ma in senso verticale e far scivolare la gamba all'interno dell'anello;
5) mantenere ferma la parte più stretta della cravatta, tirare un poco l'altra estremità così da centrare il nodo in alto.

Passaggi per fare il nodo Sant'Andrea
Nodo Sant'Andrea, si articola in ben otto passaggi.

1) Iniziare sempre con il passaggio della gamba dietro alla gambetta;
2) procedere con l'incrocio contrario, vale a dire con il passaggio della parte più grande davanti all'estremità più piccola;
3) tornare a fare il punto 1, cioè passare la gamba dietro alla gambetta;
4) incrociare la gamba davanti alla gambetta, puntandola in alto a sinistra;
5) spostare la gamba dietro il nodo e puntarla in basso a sinistra;
6) incrociare anteriormente l'estremità più larga della gamba, puntando in basso a destra;
7) incrociare nuovamente la gamba, ma posteriormente e puntando in alto a destra;
8) far passare la gamba nell'anello e stringere per far scorrere il nodo verso l'alto, vicino al colletto della camicia.

9
64%
5
36%
Condividi su Facebook
Tag: Cravatta  


Licenza foto #1 : Brian Johnson – CC BY-SA 2.0 foto modificata
Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Cont@tti | Segnala abusi
Genio su Facebook