Si scrive Vabbè, Vabè o Va beh?
Ti trovi in » Italiano » Vocaboli

L'espressione, o meglio interiezione, in questione è utilizzata nel linguaggio informale, quindi nel parlato o nello scritto informale.

L'esclamazione, contrazione di “va bene”, nasce dall'unione del verbo “andare” con l'avverbio “bene”, che nel tempo si sono avvicinati dando origine alla versione tronca “Va be'” o “va beh”, oppure univerbata “Vabbè”, uniche tre forme considerate corrette.

Nei casi “Va be'” o “va beh” la sillaba “ne” della parola “bene” è caduta e, nel primo caso, sostituita dall'apostrofo, mentre nel secondo da “h”. Per quanto riguarda la seconda forma “Vabbè”, “ne” è stata sostituita con l'accento grave sulla sillaba finale rimasta, ed è avvenuto il raddoppiamento della “b”, al fine di calcare la pronuncia.

Tutte le seguenti grafie di questa espressione sono da evitare: vabbé, vabbe', vabè, vabe', vah be, vha be, vah beh etc. Sottolineiamo tra queste le parole con accento acuto, sebbene infatti sia presente un accento questo non è quello giusto poiché la pronuncia corretta della parola prevede che la "e" venga pronunciata aperta e non chiusa.

In generale è da ricordare che l'uso di questa espressione è da preferire nel linguaggio parlato o nelle forme scritte informali, in generale quindi quando si usa un registro colloquiale, ad esempio: dialogo informale, sms, blog, social network.

Quali sono i sinonimi della parola Vabbè?
I sinonimi di "vabbè" o "va beh" possono variare a seconda del contesto in cui si utilizza l'espressione. Ecco alcuni sinonimi comuni e le situazioni in cui possono essere utilizzati:

"Va bene" - È la forma completa da cui deriva "vabbè" e può essere usata in contesti sia formali che informali.

"Ok" - Estremamente versatile, può essere utilizzato in quasi tutti i contesti.
"D'accordo" - Simile a "va bene", ma può suonare leggermente più formale.

"Capito" - Usato per indicare che si è compreso un concetto o un'idea.

"Fatto" - Indica accettazione e comprensione, spesso usato quando si è concluso un compito o raggiunto un accordo.

"Si fa così" - Usato per acconsentire a una proposta o a un piano d'azione.

"Ci sto" - Più informale, indica entusiasmo nell'accettare una proposta.

"Sia così" - Più formale e meno comune, spesso usato per concedere un permesso o accettare una situazione.

64
68%
30
32%
Condividi su Facebook
Tag: Vocaboli  Grammatica  









Che cos'è il Giorno della Memoria?











Come non ingrassare a Natale?








Quali sono le ferrovie più alte del mondo?




Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


Genio PaginaInizio.com

© Adv Solutions SRL 
(Siamo online dal 2005)

Indice Genio | Argomenti