Foto di giorgio faletti
Frasi di Giorgio Faletti
La scheda di Giorgio Faletti
Scrittore, attore, cantante e sceneggiatore
Nascita: Asti il 25/11/1950data morte il 4/7/2014
Nato ad Asti nel 1950, Giorgio Faletti si laurea in Giurisprudenza ma, alla sedentaria vita di ufficio preferisce dedicarsi a molteplici discipline, dimostrando nel corso degli anni di essere un personaggio estremamente poliedrico, capace di fare il cabarettista, conduttore, attore, cantante, ma sopratutto scrittore in maniera eccellente. Dopo il debutto nel mondo dello spettacolo al “Derby” di Milano, approda in Tv alla conduzione di “Pronto Raffaella”, per poi affiancare Teo Teocoli ne “Il guazzabuglio”. Ma il vero e proprio successo arriva negli anni '80, quando il suo carisma istrionico diventa protagonista di “Drive In”, a cui seguono “Rai Fantastico '90” e “Stasera mi butto... e tre!”. E' nel 1994 che Faletti si affaccia al panorama musicale e ottiene un grande successo al Festival di Sanremo, dove raggiunge il podio classificandosi secondo con il brano “Signor tenente”. L'esordio come cantante lo porta in seguito a scrivere numerose canzoni per Gigliola Cinguetti, Milva, Branduardi e Mina. Alla carriera cantautorale si interseca in seguito anche quella di scrittore, con il fortunato libro “Io uccido”, che nel 2002 gli permette di essere definito da Antonio D'Orrico “Il più grande scrittore italiano”, e altri numerosi romanzi tra cui “Niente di vero tranne gli occhi”, altro grande capolavoro del 2004. Il successo letterario lo porta nel 2006 a ricevere il Premio De Sica per la Letteratura, che precede le pubblicazioni di “Fuori da un evidente destino”, “Io sono Dio”, “Tre atti e due tempi” e “Da quando a ora” . In qualità di attore Giorgio Faletti ricopre i ruoli di gangster nel film “Cemento armato”, professore in “Notte prima degli esami” e altre pellicole, lo ricordiamo inoltre nel doppiaggio del film animazione “Toy Story 3 - La grande fuga”. Il 4 luglio 2014, dopo una lunga malattia, si spegne all'ospedale di Torino.
Film con Giorgio Faletti:

Condividi su Facebook
La più letta di “Giorgio faletti”
Nella vita ci sono cose che ti cerchi e altre che ti vengono a cercare. Non le hai scelte e nemmeno le vorresti, ma arrivano e dopo non sei più uguale. A quel punto le soluzioni sono due: o scappi cercando di lasciartele alle spalle o ti fermi e le affronti. Qualsiasi soluzione tu scelga ti cambia e tu hai solo la possibilità di scegliere se in bene o in male.
Giorgio Faletti  

La grandezza di un uomo si dimostra da quanti stupidi gli danno addosso.
Giorgio Faletti   Inserita: 06/07/2014

Si dicono parole che lasciano dietro conseguenze e significati. Si fanno gesti che possono ferire, per volontà espressa o per leggerezza. O per il semplice timore di essere feriti.
Giorgio Faletti   Inserita: 05/07/2014

A volte immaginare la verità è molto peggio che sapere una brutta verità. La certezza può essere dolore. L'incertezza è pura agonia.
Giorgio Faletti   Inserita: 04/07/2014 Tratta da: Profilo Facebook - 03/07/2014

Forse l'errore stava tutto lì. Era l'errore che tutti gli uomini fanno da sempre. Cercare di mostrarsi forti e sprezzanti e vincitori quando forse basta avere il coraggio di chinare la testa e dire: 'ho paura'.
Giorgio Faletti   Inserita: 28/01/2014

L'amicizia è come l'amore. Non la si può riprodurre a comando. Ma quando passa, o quando la distruggiamo, lascia un grane senso di vuoto.
Giorgio Faletti   Inserita: 19/11/2013 Tratta da: Fuori da un evidente destino - Baldini

Le cose non sono così semplici. Non lo sono mai state. Scegliere la strada più facile è solo un modo un poco più onorevole per fuggire.
Giorgio Faletti   Inserita: 10/08/2013

Andare a caccia di ricordi non è mai un bell'affare,quelli belli non li puoi più catturare e quelli brutti non li puoi uccidere.
Giorgio Faletti   Inserita: 18/07/2013

Nicolas Vaporidis nel ruolo di...
Luca: “Professore posso rubarle un minuto?”
Giorgio Faletti nel ruolo di...
Prof Martinelli: “Uno ma non due. Allora?”
Luca: “Volevo anche informarla che ha rovinato gli ultimi anni della mia vita, che mi ha fatto odiare la scuola e che secondo me lei è un fallito di proporzioni cosmiche. E poi volevo sapere, sono cinque anni che me lo chiedo, ma dove le compra queste orrende giacche anni '70? E la forfora gliela vendono insieme o ce la mette lei la mattina? Per non parlare poi della borsa. Stesso fornitore vero? E sappia che queste cose le pensa anche la professoressa Lattanzi. Perciò è inutile che le regala Milan Kundera, perché, mi creda, una così a uno sfigato come lei non gliela darà mai!”
(pensando) “Mi sentivo bene, benissimo! Peccato che non ci fosse nessuno ad assistere al mio trionfo! Lo avevo umiliato e mi meritavo una standing ovation!”
Prof Martinelli: “Hai saputo del professor Santoro?”
Luca: “No.”
Prof Martinelli: “Ha avuto un incidente e non sarà lui il membro interno alla maturità. E indovina chi lo rimpiazza?”
Luca: “S... sta scherzando vero?”
Prof Martinelli: “Io non scherzo mai, Molinari. Bei capelli, vieni pettinato così all'esame.”
Notte prima degli esami  Giorgio Faletti   

Giorgio Faletti nel ruolo di...
Prof Martinelli: “Vedi Molinari quando una cosa ti interessa veramente, devi correre e andartela a prendere. Io quando mi sono innamorato di mia moglie ho viaggiato tutta la notte in macchina per venire a Roma a dirglielo, e due giorni dopo, ho dato l'ultimo esame all'università, e ho pure preso 30.”
Nicolas Vaporidis nel ruolo di...
Luca: “Sì prof... anche io prenderò 30, solo che alla maturità non basta.”
Prof Martinelli: “30? Sei ottimista.”
Notte prima degli esami  Giorgio Faletti   

Giorgio Faletti nel ruolo di...
Prof Martinelli: “Ci chiamavamo "The Dark Side of the Moon"!
Nicolas Vaporidis nel ruolo di...
Luca: “Come il disco dei Pink Floyd. Io lo adoro!”
Prof Martinelli: “Vedo che almeno un disco decente in vita tua l'hai sentito...”
Notte prima degli esami  Giorgio Faletti   

L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa... L'importante è quello che provi mentre corri.
Notte prima degli esami  Giorgio Faletti   

La realtà disegna a volte mostri ben peggiori e quando succede non si può strappare il disegno perché tutto finisca.
Giorgio Faletti   Tratta da: Pochi inutili nascondigli -  

Le guerre finiscono. L'odio dura per sempre.
Giorgio Faletti   

È incredibile come certa gente si arrenda subito. Non sono perdenti, sono quelli che non ci provano nemmeno. E questo li rende protagonisti di qualcosa che è molto peggio di qualunque sconfitta.
Giorgio Faletti   

E il suo sguardo fa desiderare di conoscere la parola magica da dire per avere accesso al mondo che c'è dietro.
Giorgio Faletti   Tratta da: Appunti di un venditore di donne - Baldini 

La fortuna, la fiducia, l'amore: tutta roba cieca. Poi, quando si è costretti ad aprire gli occhi, ci si accorge di come in realtà va il mondo.
Giorgio Faletti   Tratta da: Tre atti e due tempi -  

Il coraggio è anche questo: la consapevolezza che l’insuccesso fosse comunque il frutto di un tentativo. Che talvolta è meglio perdesi sulla strada di un viaggio impossibile che non partire mai.
Giorgio Faletti   

 18 frasi di 'giorgio faletti' su 18 in archivio  (Licenza foto: Jaqen (Niccolò Caranti) - CC BY-SA 3.0)


Giusy
Zenere
Giobbe
Covatta

Ricerca
Parola, Autore, Film..

Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Barzellette | Webmaster frasi | Cont@tti
Frasi su Facebook