Foto di larry bird
Frasi di Larry Bird
La scheda di Larry Bird
Cestista, allenatore di pallacanestro e dirigente sportivo
Nascita: West Baden Springs (Indiana) il 7/12/1956+ Età e Segno
Riconosciuto un talento del basket già durante il liceo, Larry Joe Bird abbandona l'università a Bloomington, considerata troppo caotica, per lavorare più umilmente come netturbino. Sotto la pressione di amici e familiari si iscrive all'Indiana State University dove, oltre a diventare capitano della squadra dei Sycamores e vincere due premi come miglior giocatore del college, ha inizio la storica rivalità con l'eccentrico campione Magic Johnson. Dall'alto dei suoi 206 centimetri d'altezza Bird gioca principalmente come grande e piccola ala, ma riesce a cambiare ruolo con estrema facilità e padronanza del gioco. Affronta tutta la sua carriera indossando la divisa dei Boston Celtics, meritandosi il celebre soprannome “The Legend” per il contributo sportivo apportato al basket di quegli anni e concretizzato nelle tre vittorie NBA ottenute nell'81, nell'84 e nel 1986. Leader forte e carismatico, nel '92 vince l'oro olimpico a Barcellona e successivamente annuncia il suo ritiro da giocatore. Circa cinque anni più tardi torna sul campo da gioco prima in qualità di allenatore degli Indiana Pacers, riuscendo a portare a casa il titolo dell'”NBA Coach of Year Award”, poi come direttore generale della stessa squadra.
Condividi su Facebook
Condividi su Google+
La più letta di “Larry bird”
Ho lavorato duro per dare il meglio di me stesso, ma dovermi confrontare con un asso come Magic mi ha spronato ancora di più. Sono sempre stato molto motivato, ma sapere che Magic lo era allo stesso modo ha fatto sì che mi impegnassi sempre al massimo.
Tratta da: Corriere della Sera - 28/02/2008Larry Bird  

Mi ritengo molto fortunato per aver potuto giocare a Boston per tutta la mia carriera. La gente di questa città mi ha sempre trattato benissimo, e io sarò loro sempre grato.
Larry Bird   Tratta da: Corriere della Sera - 28/02/2008 

Per i miei figli sono semplicemente 'papà '. Non tengo trofei e riconoscimenti in giro per casa, non l'ho mai fatto. Abbiamo sempre vissuto come una famiglia normale.
Larry Bird   Tratta da: Corriere della Sera - 28/02/2008 

Ogni volta che vinci un campionato, non puoi immaginare un momento migliore di quello. Il mio primo campionato NBA, sotto la guida del coach Bill Fitch, nel 1981, è stato davvero speciale.
Larry Bird   Tratta da: Corriere della Sera - 28/02/2008 

Sono un sostenitore del presidente Obama, e sento che ha saputo offrire una valida leadership in un periodo molto importante per il nostro Paese. Spero che continui a farlo.
Larry Bird   Tratta da: Corriere della Sera - 28/02/2008 

Mentre oggi le trasferte sono quasi sempre su aerei privati, noi viaggiavamo su normali voli di linea, il che voleva dire molto più tempo insieme con i compagni di squadra. E questo si rifletteva anche in campo.
Larry Bird   Tratta da: Corriere della Sera - 28/02/2008 

Io spero semplicemente che i giovani giocatori imparino da quelli che sono venuti prima di loro, ma è normale presumere di essere il migliore; anzi, è parte di ciò che ci spinge a esserlo realmente, in ogni generazione.
Larry Bird   Tratta da: Corriere della Sera - 28/02/2008 

Io e Magic non abbiamo mai guardato al colore della pelle. Era come se fossimo daltonici, e lo saremo sempre, sia reciprocamente che nei confronti di chiunque altro al mondo.
Larry Bird   Tratta da: Corriere della Sera - 28/02/2008 

Giocavamo allo stesso livello, e ognuno di noi sapeva che l'altro avrebbe cercato di fare meglio in ogni singola partita, stagione dopo stagione. Sapevamo già che saremmo stati legati l'uno all'altro. Lo siamo sempre stati, lo siamo ancora e lo saremo sempre. (Riferita a Magic Johnson)
Larry Bird   Tratta da: Corriere della Sera - 28/02/2008 

Io, come Magic Johnson, come altri giocatori, ho fatto qualcosa per questo sport. Sì, posso dire che noi eravamo il basket.
Larry Bird   Tratta da: Corriere della Sera - 28/02/2008 

Dato che sono cresciuto giocando contro i miei fratelli maggiori, spesso ci prendevamo in giro, quindi sfottere gli altri durante il gioco mi veniva naturale. Non l'ho mai considerata come una strategia.
Larry Bird   Tratta da: Corriere della Sera - 28/02/2008 

Io capisco sempre cosa sta succedendo in campo in quel momento. Vedo cosa succede ed agisco di conseguenza.
Larry Bird   

Sì, è probabile che il mio fisico avrebbe retto più a lungo se non mi fossi sempre buttato a recuperare quelle palle, o se non avessi sbattuto così tante volte sul pavimento, ma in realtà non sarei mai stato capace di giocare in modo diverso. Non avrei saputo come fare, semplicemente...
Larry Bird   Tratta da: Corriere della Sera - 28/02/2008 

Ai miei tempi si giocava con l'idea di squadra, cioè nel modo in cui lo sport stesso è stato concepito. Successivamente il gioco individuale è stato più enfatizzato, il che, se per i tifosi era più entusiasmante, ha cambiato il modo di giocare. Oggi però mi pare che il gioco di squadra stia tornando di moda: buon segno..
Larry Bird   Tratta da: Corriere della Sera - 28/02/2008 

Credo che qualsiasi campione ami parlare dei campionati vinti, e non dei premi come miglior giocatore. Quando vinci con la tua squadra, non c' è niente che possa superare quella sensazione, nemmeno i successi personali.
Larry Bird   Tratta da: Corriere della Sera - 28/02/2008 

 15 frasi di 'larry bird' su 15 in archivio  (Licenza foto: Kurt Shimala - CC BY-SA 2.0 foto modificata)


Lewis
Hamilton
Jury
Chechi

Ricerca
Parola, Autore, Film..

AUTORI per Tipo

Cinema (335)
Letteratura (180)
Spettacolo (100)
Musica (99)
Politica (84)
Sport (77)
Filosofia (66)
Religione (52)
Economia (50)
Scienze (48)
Arte (48)
Giornalismo (47)
Storia (40)
Varie (16)

+ Elenco Autori
+ Elenco Attori
+ Elenco Argomenti
+ Tutte le frasi

Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio - All rights reserved
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Barzellette | Webmaster frasi | Cont@tti
Frasi su Facebook