Come funziona e quanto costa l'ibernazione?
Ti trovi in » Scienze » Morte

Con il termine ibernazione, o sospensione crionica, si intende il procedimento di congelamento di un corpo appena morto, con l'obiettivo di aumentare le aspettative di vita future, nella speranza che con il passare del tempo le conoscenze medico-scientifiche possano riportare in vita i corpi ibernati e curare malattie per le quali sono deceduti.
La possibilità di crioconservazione si basa su tre ipotesi principali, ancora non confermate da studi scientifici. Le ipotesi sono che la memoria e la personalità di un individuo rimangono intatte nel cervello anche dopo il decesso, che la crioconservazione non intacca quella parte del cervello responsabile della memoria e della personalità, e infine che sarà possibile in futuro ripristinare le capacità cerebrali di cervelli precedentemente ibernati.
Ad oggi tuttavia nessuno è in grado di prevedere se sarà possibile riportare in vita i corpi crioconservati perché ancora non esiste la tecnologia che permette di farlo.

Come viene effettuata la crionica?
La pratica prevede che il corpo di persone dichiarate legalmente morte raggiunga la temperatura dell'azoto liquido. La procedura ha inizio dopo 30 minuti dal decesso, in modo da interrompere il processo di decomposizione e permettere quindi una ipotetica cura nel futuro.
Una volta dichiarata la morte legale, viene ripristinata la ventilazione polmonare tramite appositi macchinari, in modo da riportare l'afflusso di sangue al cervello; dopodiché il corpo viene immerso in acqua gelata e trasportato in un centro di criogenesi. E' in questa sede che viene iniettata una soluzione crioprotettiva, necessaria per evitare il congelamento dei tessuti.
Il paziente è poi immerso nell’azoto liquido e il corpo viene portato prima ad una temperatura di -125 gradi centigradi e infine a -196 gradi.

E' possibile essere ibernati quando si è ancora in vita?
Non è possibile essere ibernati quando si è ancora in vita, neanche per i malati terminali. Tuttavia coloro che si occupano di crioconservazione, preferirebbero ibernare pazienti ancora in vita per evitare che la malattia possa causare loro danni quei danni che conducono alla morte.
Si può conservare solamente tutto il corpo o anche solo il cervello?
E' possibile crioconservare non solo tutto il corpo, ma anche unicamente la testa, questo può essere utile in futuro se sarà possibile far crescere corpi in cui inserire cervelli precedentemente ibernati. In questo caso la testa viene tagliata dal corpo della persona deceduta, introdotta in un contenitore di azoto liquido e portata alla temperatura di -196°.

E' probabile che la crionica possa realmente funzionare?
Sebbene ad oggi non ci siano prove e garanzie che un paziente possa essere risvegliato dalla crioconservazione, gli scienziati che la praticano sostengono che la rianimazione sarà possibile per vari motivi:
- Alcuni campioni biologici criopreservati sono stati riportati in vita. Si tratta di insetti, alcuni tipi di anguille, tessuti umani (tra cui parti cerebrali), embrioni umani e alcuni organi di mammiferi.
- La biologia molecolare e le nanotecnologie puntano ad un futuro in cui avremo tecnologie in grado di riparare i danni causati da invecchiamento, malattia e congelamento.

Quante sono le persone ibernate?
Nonostante non ci siano certezze scientifiche sulla crionica, ad oggi sono 337 le persone nel mondo che hanno deciso di affidare il corpo o la testa all’ibernazione, nella speranza che con il tempo possano essere riportati in vita. Il primo ibernato della storia è stato lo statunitense James Bedford, ibernato dal 1967 e ancora in attesa di essere risvegliato.

Dove si può fare la crioconservazione?
Al momento esistono solo tre centri in tutto il mondo dove si effettua la crionica su esseri umani: l’Alcor , in Arizona, con il più alto numero di iscritti, il Cryonics Institute negli Stati Uniti, e la CryoRus, in Russia. In tutto il mondo ci sono però agenzie che offrono il servizio di trasporto a cui ci si può rivolgere. Durante il recente congresso di Basilea si è discusso della possibilità di creare un centro di ibernazione umana anche in Europa.
Attualmente in Italia non esistono organizzazioni crioniche, ma nessuna legge vieta l’ibernazione umana. La procedura nel nostro Paese sarebbe però complessa, poiché il corpo del defunto per legge deve restare in osservazione per 24 ore dall’arresto cardiaco. Attendere questo lasso di tempo non consentirebbe una corretta ibernazione, poiché il corpo sarebbe già in fase di decomposizione.

Quando costa essere ibernati?
Farsi ibernare ha un costo molto alto, negli USA si parte dai 160 fino ai 200 mila dollari per conservare il corpo, 80 solo per la testa. La Russia invece ha costi minori, 26 mila dollari per il corpo e 18 mila dollari per la testa.

9
75%
3
25%
Condividi su Facebook
Tag e gruppi: Morte  Corpo  Medicina  


Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Domande nuove | Cont@tti | Segnala abusi
Genio su Facebook