Quanto durano gli anticorpi contro il Covid nel latte materno?
Ti trovi in » Scienze » Coronavirus

Alcuni recenti studi, presentati al World Breastfeeding and Lactation Symposium a fine settembre 2021, hanno evidenziato che le donne che allattano il proprio bambino e che sono state infettate dal Coronavirus continuano a secernere anticorpi creati per combatterlo nel loro latte per molto tempo.

Sebbene i bambini piccoli siano meno a rischio di sviluppare la malattia grave rispetto alle persone anziane o alle persone con problemi di salute, anche un neonato potrebbe richiedere cure ospedaliere significative se viene infettato.

E' quindi importante sapere che gli anticorpi nel latte materno sono particolari anticorpi di immunoglobulina G (IgG) e vengono attivati dalla vaccinazione e alcuni di questi sono anche secreti nel latte materno. L'anticorpo principale è l'immunoglobulina secretoria A (IgA), che si attacca al rivestimento delle vie aeree e dell'intestino dei bambini, aiutando a bloccare l'ingresso di virus e batteri nei loro corpi.

Nonostante i ricercatori avessero precedentemente rilevato anticorpi contro SARS-CoV-2 nel latte materno, non era chiaro se potessero neutralizzare il virus o per quanto tempo le donne avrebbero continuato a produrli dopo aver contratto il coronavirus o aver avuto il vaccino.

Per avere il quadro più chiaro sono sono state fatte delle indagini e quindi prelevati campioni di latte materno da 75 donne guarite dal COVID-19 ed è stato scoperto che l' 88% conteneva anticorpi IgA. Nella maggior parte dei casi, questi sono stati in grado di neutralizzare SARS-CoV-2, ciò significa che potrebbero bloccare l'infezione.

Il team di ricercatori ha anche studiato come vengono trasmessi gli anticorpi specifici per il coronavirus nel latte materno in 50 donne che avevano eseguito la vaccinazione con iniezioni di Pfizer, Moderna o Johnson & Johnson. Tutte le donne a cui è stato iniettato il vaccino Moderna e l'87% di quelle che hanno ricevuto il vaccino Pfizer avevano anticorpi IgG specifici per il coronavirus nel latte, mentre il 71% e il 51% rispettivamente avevano anticorpi IgA specifici per il virus. Per il vaccino J&J, solo il 38% delle donne aveva anticorpi IgG e il 23% aveva anticorpi IgA contro il coronavirus nel latte.

Altre rilevazioni hanno infine mostrato che le donne hanno continuato a secernere questi anticorpi fino a 10 mesi, ciò significa che se una donna continua ad allattare, sta ancora somministrando quegli anticorpi nel suo latte.

Secondo gli specialisti, gli anticorpi IgA estratti dal latte materno potrebbero essere utili anche per curare gli adulti con COVID-19, prevenendo una forma grave.

5
100%
0
0%
Condividi su Facebook


Licenza foto #1 : Pubblico dominio
Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Segnala