Si scrive Al di là o Aldilà?
Ti trovi in » Italiano » Vocaboli

Nella lingua italiana ci sono molte parole nuove che sono nate dall’unione di due o più morfemi, alcune di esse una volta formatesi assumono poi dei significati specifici e ben diversi dalle singole parole da cui hanno avuto origine, spesso infatti è il contesto a determinare l’uso di uno specifico termine, come nel caso di “al di là” o “aldilà”.

Quando è dunque necessario utilizzare una forma piuttosto che l’altra? E’ da sottolineare che i due termini non sono intercambiabili, ma devono essere usati nel modo giusto all’interno di un preciso contesto, vediamo come.
Si utilizza la forma separata “al di là”, come avverbio, quando all’interno della frase si intende “dall’altra parte”, e come preposizione, ad esempio al posto di “di là da”, ma anche come significato generico di “oltre”.

Esempi:
Questo compito va un po’ al di là delle mie capacità.
Al di là di ciò che sostieni sono convinto delle mie idee.
Al di là del fiume.

La forma univerbata “aldilà” si usa invece esclusivamente come sostantivo maschile quando ci di riferisce all’altro mondo, l’oltretomba, per indicare dunque quel luogo preciso e la condizione dopo la morte.

Esempi:
Le anime dell'aldilà vegliano su di noi.
Pensi che dopo la morte ci sia un aldilà?
Nella Divina Commedia Dante racconta il suo viaggio nell'aldilà.

0
50%
0
50%
Condividi su Facebook
Tag: Vocaboli  


Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Segnala