Foto di massimo d'azeglio
Frasi di Massimo d'Azeglio
La scheda di Massimo d'Azeglio
Politico, patriota e scrittore
Nascita: Torino il 24/10/1798data morte il 15/1/1866
Rigidamente educato dalla famiglia, frequenta l'Università di Torino ed entra in seguito nel reggimento Piemonte Reale come sottotenente di cavalleria. Arriva a Roma spinto dal richiamo della pittura ed è in quel periodo che Massimo Taparelli marchese d'Azeglio, uomo dallo spirito ribelle, matura e diventa artista disciplinato e consapevole. Si trasferisce a Milano nel 1831 acquistando una discreta popolarità come autore di romanzi storici dallo stile volubile e incalzante tra cui “Ettore Fieramosca”e “Niccolò dé Lapi”. A Milano conosce Manzoni e sposa Giulia, sua figlia. A partire dal 1845, ai suoi impegni artistici si aggiungono quelli politici: pubblica vari opuscoli di stampo antiaustriaco, dichiara i suoi ideali liberali e federalisti nel testo “Gli ultimi casi di Romagna” e partecipa alla prima guerra d'indipendenza, nel '48, in difesa della città di Vicenza. L'anno successivo viene incaricato da Vittorio Emanuele II di formare un ministero per terminare le rivalità con l'Austria e successivamente diventa governatore di Milano. Un artista politico quindi, sempre impegnato a conciliare l'amore per la tradizione con nuove esigenze di tutela civile.
Condividi su Facebook
La più letta di “Massimo d'azeglio”
Abbiamo fatto l'Italia, si tratta adesso di fare gli italiani.

Massimo d'Azeglio  

L'Italia è l'antica terra del dubbio. Il dubbio è un gran scappa fatica; lo direi quasi il vero padre del dolce far niente italiano.
Massimo d'Azeglio   Inserita: 11/01/2014

Senza cuor contento non c'è bene che valga, come col cuor contento non c'è male che nuoccia in questo mondo.
Massimo d'Azeglio   

L'abitudine è mezza padrona del mondo. "Così faceva mio padre" è una delle grandi forze che guidano il mondo.
Massimo d'Azeglio   

Meno partiti ci sono, e meglio si cammina. Beati i paesi dove non ve ne sono che due: uno del presente, il Governo; l'altro dell'avvenire, l'Opposizione.
Massimo d'Azeglio   

Ad un governo ingiusto nuoce più il martire che non il ribelle.
Massimo d'Azeglio   Tratta da: I miei ricordi - Utet 

In amore la costanza è necessaria; la fedeltà è un lusso.
Massimo d'Azeglio   Tratta da: I miei ricordi - Utet 

L'abitudine al lavoro modera ogni eccesso, induce il bisogno, il gusto dell'ordine; dall'ordine materiale si risale al morale: quindi può considerarsi il lavoro come uno dei migliori ausiliari dell'educazione.
Massimo d'Azeglio   Tratta da: I miei ricordi - Utet 

L'ozio avvilisce e il lavoro nobilita: perché l'ozio conduce uomini e nazioni alla servitù; mentre il lavoro li rende forti ed indipendenti.
Massimo d'Azeglio   Tratta da: I miei ricordi - Utet 

Ho passato tutt'intera la mia vita fino a tre mesi fa, senza saper altro della mia famiglia se non poche notizie udite da un vecchio agente di casa. Non mai una parola uscì dalla bocca di mio padre e mia madre su questo argomento.
Massimo d'Azeglio   

La prima delle cose necessarie, è di non spendere quello che non si ha.
Massimo d'Azeglio   

La verità non prospera che al sole.
Massimo d'Azeglio   

L'assoluto è il peggior nemico della buona politica, come la scienza dell'aspettare è la sua più fedele alleata.
Massimo d'Azeglio   Tratta da: Discorso in Senato 03/12/1864 

 13 frasi di 'massimo d'azeglio' su 13 in archivio  (Licenza foto: Pubblico dominio)


Michail
Gorbacev
Martin
Luther
King

AUTORI per Tipo

Cinema (402)
Letteratura (203)
Musica (110)
Spettacolo (109)
Politica (87)
Sport (82)
Filosofia (69)
Giornalismo (57)
Economia (53)
Religione (52)
Arte (50)
Scienze (48)
Storia (40)
Varie (19)

+ Elenco Autori
+ Elenco Attori
+ Elenco Argomenti
+ Tutte le frasi

Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Barzellette | Per Webmaster | Cont@tti
Trovaci su Facebook