×
Ultime Frasi
Frasi di Film
Frasi Celebri
Aforismi
Frasi Amore
Frasi Belle
Frasi Poster
Film Poster
Indovinelli
Rompicapo
Poesie
Proverbi
Modi di dire
Palindromi
Scioglilingua
Auguri Feste
Argomenti
Top mese
INDICI ED ELENCHI
+ Elenco Autori + Elenco Attori + Film A-Z + Film per Anno
NETWORK PaginaInizio
⚒ Servizi e strumenti ⇐  Chiudi menù
© Adv Solutions SRL (2005-2021)
Oggi l'economia è fatta, per costringere tanta gente, a lavorare a ritmi spaventosi per produrre delle cose per lo più inutili, che altri lavorano a ritmi spaventosi, per poter comprare, perché questo è ciò che da soldi alle società multinazionali, alle grandi aziende, ma non dà felicità alla gente.

Il bilancio è la pagella del manager.

Nessuna opera può essere intrapresa prima di averne calcolato i costi.

Il denaro è come un braccio o una gamba: o lo usi o lo perdi.

Mio padre è mancato molto presto, avevo 10 anni, e mia madre si è rimboccata le maniche. Sydney è una città carissima, dopo il diploma in arte drammatica centellinavo i soldi. Il primo lavoro l'ho trovato in una casa di riposo. Ci andavo dopo la scuola, il cuoco lasciava il pranzo pronto, io lo riscaldavo, lo impiattavo e lo servivo ai clienti. Poi, mettevo a posto e lavavo i piatti.
Da: Myself n.25 - Dicembre 2013

Inflazione significa essere povero con tanti soldi in tasca.

Chi cede sempre davanti al denaro, non sarà mai uomo giusto.

I soldi sono come i cappelli: se li hai, stai meglio; se non li hai, fai senza..

Il denaro non ha tutto quel valore che gli uomini gli hanno attribuito. Tutto il mio denaro è stato investito in esperimenti, permettendomi di giungere a scoperte che hanno contribuito a migliorare la vita dell'uomo.

Alla fine ho fatto bene i conti e ho speso 144 euro. (Riferita alla campagna elettorale)
Da: Canale Youtube Alberto Marolda - 06/03/2013

Si può ragionevolmente ritenere che chi pensa che il denaro possa tutto, sia egli stesso disposto a tutto per il denaro.

In Italia l'unico programma credibile per uscire dalla crisi lo tiene papa Francesco:
"Guagliù, pregate 'a Maronna!".
Da: L'Italia abusiva - Mondadori

Negli anni settanta ci fu una concentrazione statalista totalitaria della finanza pubblica e l'azzeramento della finanza locale, con una conseguente scissione tra il potere di imporre, riservato allo Stato, e il potere di spesa, riservato agli Enti Locali, alle ASL... Tutti sappiamo come è finita: con un debito pubblico disastroso. Quella dell'azzeramento della finanza locale per sviluppare nuove politiche sociali al fine di controllare meglio i flussi di spesa fu un'idea di Aldo Moro e di Enrico Berlinguer. I due sostenevano che i tributi locali erano arbitrari e da sopprimere perché la vecchia imposta di famiglia aveva come presupposto il "tenore di vita" che effettivamente è un'entità non facilmente definibile.

Siamo cresciuti letteralmente spaventati di essere poveri. Disprezziamo qualsiasi persona che sceglie di essere povera al fine di migliorare la sua vita interiore. Se non si unisce alla corsa generale per fare soldi, lo riteniamo insulso e primo di ambizioni.

Quando una famiglia non ha da mangiare perchè deve pagare il mutuo agli usurai, no, quello non è cristiano, non è umano.

Per disprezzare il denaro bisogna appunto averne, e molto.
Da: Il mestiere di vivere - Einaudi

Il motivo principale per cui la gente ha problemi finanziari è perché ha trascorso anni a scuola senza imparare nulla sul denaro. In questo modo impara a lavorare per il denaro...e non impara mai a far lavorare i soldi per lei.
Da: Padre Ricco Padre Povero - Gribaudi Edizioni

Con tutto l’oro del mondo non si può comprare il battito del cuore, né un lampo di tenerezza.

Mi rifiuto di lasciare i nostri figli con un debito che non potranno ripagare.

Ci sono persone così povere, che l'unica cosa che hanno sono i soldi.

Una persona offre in vendita al direttore di un museo una vecchia moneta con la dicitura "540 a.C.", ma il direttore non prende nemmeno in considerazione l'acquisto e anzi chiama subito la polizia per denunciare il fatto.
Per quale motivo ?
Se la moneta fosse stata autentica, chi l'aveva fabbricata, lavorando nel 540 a.C., non avrebbe potuto sapere della futura nascita di Cristo !
Per ottenere un prestito bisogna provare di non averne bisogno.

Se guadagni tanto è perché lo meriti e vali tanto.

Non sono ricca di soldi o cose terrene, non sono bella, né intelligente e furba, ma sono e sarò felice! Lo sono di natura, mi piace la gente, non sono sospettosa e voglio vedere tutti felici e insieme.

Non possiedo Bitcoin. Penso che sarà principalmente un mezzo per fare transazioni illegali, ma ciò non è necessariamente del tutto negativo.

Non si dovrebbero lasciare specchi appesi nelle proprie stanze più di quanto si debbano lasciare in giro libretti di assegni aperti o lettere in cui si confessano orrendi delitti.

Invece di dare i soldi a Naomi, vestiamo sedici bambini del Kenia.

Fedez prende soldi dai vecchi della TV, ma in ogni circo serve una scimmia che balla.

Non si può mangiare con 10 euro in un ristorante da 100 euro.

Nel mondo in cui sono cresciuto mi è sempre stato insegnato che è rozzo parlare di soldi e non è una cosa che dovrebbe fornire ispirazione.

L'abbandono della moneta unita non è la via d'uscita. Lavoriamo piuttosto a un nuovo patto sociale continentale per l'occupazione e lo sviluppo.

Devi spendere i tuoi soldi per le cose che con i soldi puoi comprare, senza preoccuparti di perdite o profitti. Riserva la tua energia per le cose che i soldi non possono comprare.

L'avaro non può far nulla di più utile che morire.

Non esiste il lusso accessibile. E' una delle più grosse panzane che si siano mai inventati. Io lo chiamo lusso percepito. Non amo gli ossimori, se è lusso non può essere accessibile.

Penso sia meglio passare per tirchi che buttare i soldi dalla finestra.

E' quando le aspettative sono ridotte a zero che si apprezza veramente ciò che si ha.

Noi siamo qui a ridere e scherzare e intanto fuori c'è gente che non ha neanche i soldi per comprarsi una Range Rover.

Non si dovrebbero lasciare specchi appesi nelle proprie stanze più di quanto si debbano lasciare in giro libretti di assegni aperti o lettere in cui si confessano orrendi delitti.

A 14 anni, con i soldi dei primi lavori, servizi fotografici per cataloghi di negozi della zona, in genere tute da sci, compravo i vestiti. Mia madre ha conservato di sicuro i cataloghi. Me ne sono andata di casa che avevo sulla parete i poster di Claudia Schiffer, sul letto i pupazzi, ed è ancora tutto lì. La mia cameretta è rimasta intatta.

Tutti siamo d'accordo nella meta: dare al popolo il mezzo di campare, salvare la moneta, contenere i prezzi, combattere la speculazione, introdurre nell'organismo dello Stato più attivismo, più disciplina e nei rapporti tra i partiti più lealtà e più ampiezza.

Il paradiso per me? Mia moglie ed io sulla Route 66 con una tazza di caffè, una chitarra da quattro soldi, un registratore preso dal rigattiere, una stanza del Motel 6, e una macchina in buone condizioni parcheggiata davanti alla porta.

Hanno tutti ragione. È in base a questo principio elementare che prospera il benessere e il conto corrente.

Alcuni attori dicono all'improvviso vengono pagati somme enormi. A me sembra di essere fregato ogni volta.

Paul Walter Hauser nel ruolo di...
Richard Jewell: Perché vuole rappresentarmi ed essere il mio avvocato?
Sam Rockwell nel ruolo di...
Watson Bryant: Perché mi sembrava ti servisse una mano.
Richard Jewell: E a me che le facessero comodo i soldi del contratto del libro.
Watson Bryant: Beh, allora perché hai scelto me, ci sono un sacco di avvocati sull'elenco, perché me?
Richard Jewell: Ho scelto lei perché era l'unico che non mi trattava come se avessi cinque anni e mi chiamava sacco di patate , dirigibile, omino Michelin, omino di gomma. Lei era l'unico che mi trattava come un essere umano e invece mi sta urlando in faccia dicendomi di essere qualcuno che non sono. Io non so come essere quell'uomo, quello è lei, non lo chieda a me.

La prima regola è non perdere soldi. La seconda regola è non dimenticare la prima regola.

In una certa misura i soldi vi possono introdurre in ambienti più elevati. Ma non possono cambiare il numero di chi vi ama o il vostro stato di salute.

Oggi i calciatori sono diversi, perché ci sono più mezzi di comunicazione, ma nella mia epoca i calciatori non erano in realtà così divinizzati: erano eroi popolari e venivano vissuti diversamente. Oggi i calciatori sono quelli che guadagnano tanti soldi, che hanno belle macchine; noi forse eravamo più passionali e meno materiali, nonostante poi tutti noi abbiamo provato a guadagnare il più possibile.

Si trattava direttamente col presidente. Alla Juve, con Boniperti non c'era molto da discutere. Gli sedevi davanti e ti metteva sotto il naso un contratto con la cifra già scritta a matita. E allora cosa siamo qui a fare?, gli chiedevo. Dopo la vittoria del Mondiale 1982, io, Gentile e Tardelli ci litigammo per 10 milioni di lire in più che non voleva riconoscerci. Siamo campioni del mondo, dicevamo, e lui: 'Tanto alla Juve si vince, quello che non vi do adesso lo prenderete in premi'.

I sacrifici non hanno alcun premio e le cattive azioni non sono punite, ma anzi a volte lautamente retribuite in lodi e denaro.

Anche Michelangelo è stato pagato per fare la Cappella Sistina. A tutti gli artisti che sostengono che lo stanno facendo per amore dell'arte, voglio dire: diventate realisti.


PaginaInizio.com
© Adv Solutions SRL (2005-2021)